QR code per la pagina originale

Dopo Why iPhone, arriva Why iPad

A seguito della campagna Why iPhone, Apple ha deciso di lanciare un corrispettivo per i suoi tablet: nasce Why You'll Love iPad, anche in versione Mini.

,

La campagna Why iPhone dev’essere davvero piaciuta dalle parti di Cupertino, tanto che Apple ha deciso di estenderla anche per il mondo iPad. Nasce così “Why you’ll love iPad”, l’elenco delle caratteristiche di punta del tablet targato mela morsicata, tali da renderlo la scelta migliore rispetto alle proposte della concorrenza. Una nuova strategia comunicativa, che vede Apple ancora più aggressiva nei confronti del mercato.

La strada per iPad è certamente più in discesa rispetto al precedente intervento su iPhone 5, dove la Mela è apparsa alla ricorsa del Samsung Galaxy S4 a pochissime ore dal lancio. Il tablet, infatti, continua a godere di una stracciante predominanza sul mercato, con dati di vendita a cui nessun competitor è mai riuscito ad avvicinarsi e senza una diffusione potenzialmente a rischio. In altre parole, nonostante gli utenti non sembrino davvero aver bisogno di consigli per amare un dispositivo che già adorano follemente, Cupertino mette le mani avanti per non farsi cogliere impreparata alla futura invasione da parte della concorrenza, Android in primis.

Lo stile comunicativo, così come i punti scelti, sono pressoché sovrapponibili all’intervento dedicato al melafonino. Eccoli in forma esemplificativa:

  • Soddisfazione dei clienti: Apple gode della certificazione di J.D. Power and Associates per l’azienda dal più alto tasso di soddisfazione dei clienti. Sul versante tablet, questo si riflette con l’81% dell’intero traffico Web generato nel settore, con iPad già implementato nel 95% delle aziende Fortune 500 e con il 65% dei distretti scolastici a stelle e strisce ad averne fatto ricorso;
  • App: iPad gode di oltre 300.000 applicazioni appositamente pensate per le sue dimensioni e le sue capacità di calcolo, a cui si aggiunge il mare di 800.000 app per iPhone pienamente compatibili con il tablet. Dati che la concorrenza Android non si può ancora permettere, soprattutto per le tavolette del robottino verde;
  • Design e potenza: iPad e iPad Mini godono di una sinergia tra design e caratteristiche hardware che non ha troppi rivali sul mercato. E Apple si differenzia dai competitor facendo ricorso a materiali solidi e innovativi, come l’alluminio anodizzato;
  • Schermi brillanti: la versione classica di iPad già da un anno monta un Display Retina, mentre iPad Mini – pur non essendo ad alta risoluzione – vede tonalità ottimizzate e calibrate, per una compliance del colore senza pari;
  • Batteria: i tablet targati mela morsicata godono di un’autonomia davvero estesa, nulla che abbia a vedere con le più esigue tempistiche del mondo iPhone. Si parla di oltre 10 ore di utilizzo continuativo e di ben un mese in standby;
  • Fotocamera: a partire da iPad 2, Apple ha aggiunto delle fotocamere sulle proprie tavolette. Bisognerà attendere però il terzo iPad per trovare almeno 5 megapixel per l’obiettivo posteriore, a cui si aggiunge una fotocamera frontale a 720p nella quarta versione e in iPad Mini. Oggi il tablet è uno strumento perfetto per il fotografo casuale e anche per chi vuole registrare video in alta qualità a 1080p;
  • Connettività veloce: non solo l’ultima versione di iPad vede un WiFi migliorato rispetto ai precedenti modelli – si pensi ai problemi riscontrati dal Nuovo iPad – ma è ora compatibile con le connessioni di quarta generazione e con gli standard mondiali LTE;
  • Fonti sicure: gli iDevice possono godere di milioni di file sicuri – musica, film, libri, applicazioni – disponibili da iTunes Store, il negozio multimediale più fornito al mondo. La presenza di un’unica fonte certificata rende iPad privo di qualsiasi minaccia esterna, per il pieno relax dell’utente;
  • iOS 6: presentato nuovamente come “il più avanzato sistema operativo mobile del mondo”, iOS 6 ottiene il meglio da iPad, soprattutto per task impegnativi come giochi tridimensionali, gestione di ingenti moli di documenti e molto altro ancora;
  • iCloud: la nuvola di Cupertino estende l’esperienza d’uso di iPad condividendola con altri iDevice, con i Mac e con i PC. Un sistema integrato per aver sempre in tasca quel che per l’utilizzatore è davvero importante, indipendentemente dal terminale utilizzato;
  • Assistenza: così come per il caso iPhone, non c’è molto da dire sulla qualità del supporto da parte degli esperti della Mela. Sia nei negozi che da remoto tramite call center, l’obiettivo dichiarato di Apple è di coccolare i suoi clienti, fornendo modalità stress-free per la risoluzione dei problemi».

In definitiva, Apple ha deciso di far davvero sul serio. Ci si deve attendere una pagina promozionale Why Mac o Why iPod nell’immediato futuro?

Galleria di immagini: Why iPhone, le foto