QR code per la pagina originale

Google Time sarà lo smartwatch di bigG?

In Rete un primo mock-up di Google Time, presunto smartwatch in preparazione nei laboratori di Mountain View: la presentazione potrebbe avvenire a breve.

,

Parlando di indiscrezioni provenienti dalla Rete è sempre bene prendere tutto con le pinze, soprattutto a poche ore dall’1 aprile. Quanto riportato oggi sulle pagine del sito Android4Fans merita comunque di essere segnalato, anche perché riguarda un’ambito, quello degli smartwatch, che dopo aver mosso i primi passi con dispositivi come Pebble o i’m Watch potrebbe riservare prossimamente qualche piacevole sorpresa.

Si parla di Google Time, presunto device da portare al polso in preparazione presso i laboratori di Mountain View, che stando alla fonte del rumor odierno verrà presentato a maggio in occasione dell’evento Google I/O 2013. Nessuna specifica tecnica o riferimento esplicito alle funzionalità, ma solo un render (allegato di seguito) che mostra un piccolo display touchscreen montato su un cinturino, con schede del tutto simili a quelle dell’assistente Google Now per le previsioni meteo e un menu con alcune icone di color grigio per effettuare l’accesso a servizi come la ricerca vocale, il social network G+, impostazioni, calendario e geolocalizzazione.

Google Time: primo render del presunto smartphone in arrivo da bigG

Google Time: primo render del presunto smartwatch in arrivo nei prossimi mesi da bigG

Il mock-up (difficilmente la versione finale del prodotto avrà questo aspetto) non mostra altro, dunque occhi puntati sulle conferenze di San Francisco, dove insieme al tanto chiacchierato Nexus 5, alla prossima release del sistema operativo Android 5.0 Key Lime Pie e a nuovi dettagli sugli occhiali per la realtà aumentata Google Glass potrebbe esserci spazio anche per l’esordio del motore di ricerca nel promettente segmento degli smartwatch. Lo stesso sito che ha riportato l’indiscrezione parla anche di LG nuovamente impegnata nella realizzazione del prossimo telefono marchiato Google, a dispetto delle ipotesi relative al coinvolgimento nel progetto del team Motorola Mobility acquisito lo scorso anno.