QR code per la pagina originale

Google+, foto a piena risoluzione da desktop

A partire da oggi è possibile caricare sul social network Google+ le proprie foto a piena risoluzione, anche dalla versione desktop della piattaforma.

,

Altra novità per Google+. L’intenzione di bigG è chiaramente quella di trasformare il proprio social network in una vera e propria piattaforma per la condivisione e lo storage dei contenuti multimediali, come dimostra la possibilità di effettuare l’upload delle fotografie a piena risoluzione anche dalla versione desktop disponibile dalla giornata di oggi, in modo del tutto simile a quanto visto nel mese di dicembre sui dispositivi Android.

In questo modo le immagini non saranno ridimensionate durante la fase di caricamento, mantenendo le proprie dimensioni originali e senza perdere alcun dettaglio. L’operazione si traduce ovviamente in una quantità di dati più elevata da trasferire e in un maggiore ingombro nei 5 GB di spazio messi a disposizione gratuitamente per gli scatti con risoluzione maggiore ai 2048 pixel. Pro e contro dunque, con l’utente chiamato a valutare di volta in volta se abilitare o meno questa nuova opzione, che può comunque essere disattivata in qualsiasi momento. Farlo è semplice: basta recarsi nella pagina relativa alle Impostazioni del proprio account e spuntare la voce “Carica le mie foto a grandezza originale”, come visibile di seguito.

L'opzione per abilitare l'upload delle foto a piena risoluzione nella versione desktop di Google+

L’opzione per abilitare l’upload delle foto a piena risoluzione nella versione desktop di Google+

Che i vertici di Mountain View stiano puntando in modo deciso su Google+ è ormai cosa certa. La scorsa settimana le applicazioni ufficiali dedicate ai dispositivi Android e iPhone hanno ricevuto un importante aggiornamento, con l’introduzione di nuove funzionalità riguardanti la gestione delle Community, alcuni strumenti ed effetti per il fotoritocco, l’anteprima delle immagini e la visualizzazione nei post all’interno dello Stream. Il gap da colmare nei confronti di Facebook è ancora molto ampio, ma la “rimonta” da parte di G+ passa anche da questo.

Fonte: Jon Emerson su Google+ • Notizie su: ,