QR code per la pagina originale

HTC First con Facebook Home, le prime recensioni

Online le prime recensioni dell'HTC First, lo smartphone con Facebook Home: è un buon terminale, veloce e con un buon display, ma ha vari punti deboli.

,

HTC First è il nuovo smartphone della casa taiwanese nato con la collaborazione di Facebook, integra infatti di default il nuovo servizio Home recentemente presentato da Mark Zuckerberg. Sebbene non sia ancora stata diramata alcuna informazione circa la distribuzione europea del device, dal 12 aprile sarà possibile acquistarlo negli USA da AT&T, al prezzo di 99 dollari. Intanto, spopolano in Rete le prime recensioni del First, grazie alle quali è possibile leggere qualche giudizio su quello che era prima conosciuto come il Facebook Phone.

Il nuovo smartphone Android di HTC, fortemente personalizzato dall’interfaccia Home di Facebook, ha ricevuto un buon punteggio su The Verge (7.9 su 10), il cui staff ne evidenzia sia i punti di forza che quelli deboli. Tra gli aspetti convincenti v’è una buona ergonomia, un ottimo display da 4,3 pollici con risoluzione di 720p e la presenza di Android in versione stock, disponibile disattivando Facebook Home. Non è comunque un terminale che la nota rivista consiglia a tutti, ma solo a un preciso target d’utenza, ovvero quella appassionata di social networking. Chi invece desiderano un telefono Android con LTE può trovare delle «altre soluzioni maggiormente interessanti e compatte» in questo momento, come sottolinea il team.

Galleria di immagini: HTC First, tutte le immagini

Per TechCrunch, l’HTC First è stato ben denominato: «è solo il primo “Facebook Phone”», scrive la rivista, evidenziando soprattutto gli elementi che rendono il terminale un comune telefono, senza troppe peculiarità. «Se state pensando di acquistare un Facebook Phone, questa non sarà probabilmente l’unica opzione», per via del fatto che l’interfaccia Home arriverà anche sugli altri smartphone con cuore Android.

Ars Technica scrive invece che «il First è un telefono molto elegante, ben costruito, che dimostra ancora una volta come HTC abbia un debole per il design» dei prodotti. Al di là dell’esperienza fornita da Facebook Home, la rivista sottolinea come il posizionamento della porta USB possa rappresentare un problema quando lo smartphone è in carica e deve essere posizionato in orizzontale o in una vettura. La dimensione dello schermo sembra essere ideale, «tranne quando si leggono ebook o pagine Web pesanti. Fortunatamente c’è una opzione nel menu Impostazioni che permette di avere dei caratteri più grandi», che contribuisce in modo significativo a una migliore esperienza d’uso. Infine, nel test di performance effettuato dal team, l’HTC First «ha avuto risultati simili a quello del Samsung Galaxy S III. […] Nel complesso, il telefono è veloce e rapido. Non si noterà che è un telefono di fascia media».

Anche Engadget ha avuto una buona impressione del terminale di HTC, sebbene sottolinei la mancanza di alcune funzionalità – come un LED dedicato alle notifiche, e l’assenza di opzioni volte all’aggiunta di widget o di cartelle. A quanto pare, la batteria integrata da 2000 mAh è sufficiente a garantire al First circa 14 ore di utilizzo con Home in esecuzione per tutto il tempo; la preoccupazione più grande circa lo smartphone è relativa «all’impatto che potrebbe avere sull’utilizzo dei dati». Dal momento che Home aggiorna dinamicamente il news feed di Facebook in background, chi ha un piano dati di 2 GB potrebbe trovarsi in serie difficoltà, dato che «Home prende circa più di un quarto della disponibilità».

Allo stato attuale delle cose, First sembra uno smartphone esteticamente ben costruito, adatto soprattutto a quelle persone che fanno un utilizzo massiccio di Facebook e sconsigliato, invece, a quegli utenti che utilizzano il proprio dispositivo mobile per la produttività.

Galleria di immagini: Facebook Home, tutte le immagini

Fonte: TechCrunch • Via: 9to5Google • Immagine: TechCrunch • Notizie su: HTC First, , , ,