QR code per la pagina originale

Fibra ottica da 2 Gbps con 39 euro in Giappone

A Tokyo e in sei prefetture confinanti è possibile avere una connessione in fibra ottica con velocità di 2 Gbps in download e 1 Gbps in upload.

,

Mentre in Italia sono state avviate le prime offerte a 30 Mbps, in Giappone gli utenti possono sottoscrivere un abbonamento al servizio NURO che permette di raggiungere la stratosferica velocità di 2 Gbps in download e 1 Gbps in upload, pagando 4.980 yen (solo 39 euro al mese!) Il provider So-net (il proprietario è Sony) fornisce la connessione ai cittadini di Tokyo e di sei prefetture confinanti. Il contratto prevede un vincolo di due anni e un costo di attivazione di 52.500 yen (circa 412 euro), ma attualmente è gratuita per coloro che si abbonano online.

Il servizio NURO viene fornito attraverso connessioni FTTH (Fiber To The Home), ovvero con la fibra ottica che raggiunge direttamente le case degli utenti, e dunque garantisce prestazioni superiori alla FTTC (fino agli armadi di strada). Gli abbonati giapponesi riceveranno una ONU (Optical Network Unit), un router WiFi dual band a 450 Mbps che permette il collegamento di cinque dispositivi Windows, Mac e Android. Opzionalmente è possibile avere un numero di telefono IP.

Per assurdo, la velocità della connessione in fibra ottica è talmente elevata da non poter essere sfruttata dalle attuali schede Gigabit Ethernet o WiFi utilizzate in ambito consumer. Tuttavia, la larghezza di banda disponibile può essere suddivisa tra più utenti.

Da diversi anni, il governo giapponese investe nei collegamenti in fibra ottica e oggi offerte da 1 Gbps sono abbastanza comuni. Bisogna però sottolineare che nelle metropoli la densità abitativa è molto alta, per cui l’espansione della copertura è piuttosto semplice. Detto questo, se qualche italiano volesse trasferirsi in Giappone, dovrebbe trovare un’abitazione nell’area geografica del Kantō che comprende le prefetture di Tokyo, Gunma, Tochigi, Ibaraki, Saitama, Chiba e Kanagawa.