QR code per la pagina originale

YouTube Trends Map mostra dove sono visti i video

YouTube lancia Trends Map, strumento che mostra su una mappa quali sono i video più popolari in un territorio specifico, al momento attivo solo negli USA.

,

YouTube Trends Map è il nuovo strumento lanciato dal sito di video sharing per analizzare quali sono i filmati più visti nelle ultime 12-24 ore in una specifica area geografica. Basta raggiungere l’indirizzo youtube.com/trendsmap per trovarsi di fronte a una schermata con la mappa degli Stati Uniti, sulla quale sono disposti tanti piccoli riquadri che rappresentano l’anteprima delle clip. In gran parte del territorio americano, ad esempio, il video più riprodotto tra ieri e oggi è l’intervista all’uomo che ha liberato Amanda Berry, Michelle Knight, Gina de Jesus, dieci anni dopo il loro rapimento.

Interagendo con i pulsanti presenti nella barra superiore è possibile perfezionare la ricerca, restringendo il campo in base al sesso degli utenti (uomo, donna, entrambi), all’età (13-17, 18-24, 25-34, 35-44, 45-54, 55-64, 65+, tutte) e distinguendo tra visualizzazioni e condivisioni. Come spiegato nella sezione FAQ, il servizio è al momento attivo esclusivamente negli USA, ma presto potrebbe raggiungere altri paesi. Nella stessa pagina YouTube specifica anche che i dati raccolti sono quelli forniti in fase di registrazione e che non viene divulgata alcuna informazione in merito ai filmati visti dalle singole persone.

L'interfaccia di YouTube Trends Map

L’interfaccia di YouTube Trends Map

Restando in tema, si segnala il rilascio di un aggiornamento per l’applicazione ufficiale Windows Phone dedicata allo streaming da YouTube. Finalmente anche i possessori di uno smartphone equipaggiato con il sistema operativo mobile di Microsoft possono interagire con le playlist e i canali, aggiungerli alla schermata Start e soprattutto effettuare il login al proprio account. In questo modo sarà possibile caricare e condividere video direttamente dal display del telefono, senza dover ricorrere ad alternative third party come Metrotube.

Fonte: YouTube Trends Map • Via: The Verge • Notizie su: