QR code per la pagina originale

iPhone 5S: tasto home in cristallo di zaffiro

Apple sostituirà il tasto fisico di iPhone 5S con una soluzione touch, ricoperta da un cristallo di zaffiro per la lettura delle impronte digitali.

,

Apple potrebbe rivoluzionare il tasto Home nel futuro iPhone 5S. Non solo inserendo il tanto vociferato lettore di impronte digitali, ma sostituendo la parte meccanica con un pulsante touchscreen in cristallo di zaffiro. L’indiscrezione, proveniente da una testata di Taiwan vicina ai fornitori di Cupertino, sarebbe però ancora tutta da confermare.

Il tasto home, l’unico presente sugli iDevice, è certamente una delle parti più delicate e problematiche per Cupertino. Negli anni si sono registrati diversi malfunzionamenti e, per colpa dell’usura, spesso è necessaria la sostituzione in garanzia. Apple avrebbe quindi deciso, così come riporta il sito orientale Technews.tw, di sostituire il pulsante fisico con un semplice rilevatore touchscreen, ricoperto però da cristalli di zaffiro affinché sia resistente ai graffi.

La scelta del cristallo di zaffiro, già utilizzata in iPhone 5 per ricoprire l’obiettivo della fotocamera posteriore, è tutt’altro che casuale. Oltre al sensore touchscreen, infatti, vi sarà un rilevatore ottico per l’analisi delle impronte digitali. Il cristallo, pur funzionando da isolante, ne garantirebbe il corretto funzionamento.

Proprio in merito al lettore d’impronte, pare che servirà a scopi di sicurezza per l’utente, saltando la necessità di dover inserire di volta in volta delle password alfanumeriche per sbloccare il terminale. Proprio ieri PayPal ha lasciato intendere che il nuovo iPhone 5S sarà talmente sicuro da non richiedere specifiche forme di autenticazione ai servizi di pagamento mobile. Questa impenetrabile sicurezza non può essere fornita se non tramite dei rilevatori biometrici, confermando così la possibilità che le impronte digitali vengano davvero recepite dal device.

Non è la prima volta che Apple decide di sostituire pulsanti fisici con soluzioni sensibili al tocco, come peraltro sta succedendo sul mondo Android. Ai tempi dei primissimi iPod, infatti, la clickwheel è stata presto sostituita da una trackpad circolare, grazie alla quale si sono notevolmente ridotte le richieste d’intervento per la sostituzione di tasti malfunzionanti.

Galleria di immagini: iPhone 5S, il leak cinese