QR code per la pagina originale

iOS 7 vedrà Flickr e Vimeo integrati

iOS 7, il sistema operativo mobile elaborato da Jonathan Ive, vedrà l'integrazione con due nuovi servizi: il photosharing Flickr e il videosharing Vimeo.

,

Piccole novità sul mondo di iOS 7, il sistema operativo mobile che Apple potrebbe presentare durante la prossima conferenza WWDC. Si conosce ancora poco sulla prima versione di iOS elaborata da Jonathan Ive, subentrato nel progetto dopo la cacciata di Scott Forstall, se non un look estremamente minimalista e lontano dallo scheumorfismo che ha caratterizzato Apple negli ultimi anni. Stando a delle indiscrezioni pubblicate da 9to5Mac, si scopre però la piena integrazione con Flickr e Vimeo.

Da tempo Apple ha iniziato una fase di integrazione a livello di sistema operativo di servizi forniti da società terze: si è partiti con iOS 5 con Twitter inglobato, si è continuato con iOS 6 e l’arrivo del pieno supporto a Facebook. iOS 7 inaugura altri due servizi molto popolari fra gli utenti, il photosharing di Flickr e il videosharing di Vimeo, disponibili per l’utente senza la necessità di scaricare alcuna applicazione aggiuntiva.

Il percorso sembrerebbe rientrare in un processo di unificazione delle feature mobile con quelle desktop: da tempo, infatti, Flickr e Vimeo sono direttamente disponibili su OS X Mountain Lion. Flickr, inoltre, è già disponibile nell’applicazione mobile di iPhoto. Vi è però un altro dettaglio interessante che emerge da questa strategia della Mela, qualora venisse confermata: l’allontanamento sempre più evidente dal mondo Google.

Il fatto che tra Google e Apple non vi siano più relazioni serenissime, data la rivalità con il mondo Android, è apparso evidente quando Cupertino ha deciso di rimuovere l’integrazione di default con Google Maps e YouTube. Disponibili oggi come applicazioni standalone da scaricare tramite App Store, per la Mela questa mossa si è però rivelata un boomerang: lo scandalo delle inesatte Mappe di iOS 6, ad esempio, ha generato grattacapi non da poco per l’azienda.

La scelta di Vimeo sembra proprio andare nella direzione opposta rispetto a Big G: si tratta, infatti, del primo rivale di YouTube, sebbene non possa contare sulla stessa base di utenti e nemmeno su altrettanti video caricati. Non vi sarà però un’applicazione inclusa di default su iOS 7, così come è avvenuto per YouTube su iOS 5 e precedenti, bensì la disponibilità delle funzioni direttamente nei menu classici del sistema operativo. Con molta probabilità, giusto a titolo esemplificativo, fra le funzioni classiche della fotocamera degli iDevice sarà introdotta la possibilità di caricare automaticamente il proprio filmato sulla piattaforma di videosharing. Non resta allora che attendere la WWDC di giugno, per scoprire se questa indiscrezione troverà conferma.

Fonte: 9to5Mac • Notizie su: , , , ,