QR code per la pagina originale

Haswell, l’autonomia dei laptop crescerà del 50%

La nuova architettura Intel integra avanzate tecnologie di risparmio energetico che garantiranno una durata della batteria paragonale a quella dei tablet.

,

La prossima architettura che Intel annuncerà ufficialmente al Computex di Taipei è stata progettata con l’obiettivo principale della riduzione dei consumi. Messa da parte la potenza pura, i processori Haswell a 22 nanometri avranno quindi una maggiore efficienza rispetto alle attuali CPU Ivy Bridge. Il chipmaker di Santa Clara ha promesso un incremento del 50% dell’autonomia per i notebook, grazie alle avanzate tecnologie di risparmio energetico integrate.

Rani Borkar, Vice Presidente Corporate e General Manager di Intel, ha sottolineato che la maggiore durata della batteria non verrà ottenuto a discapito delle prestazioni. Anzi, in modalità idle o in standby, i notebook con processore Haswell consumeranno 20 volte in meno rispetto rispetto agli attuali modelli basati sull’architettura Ivy Brigde. Per quanto riguarda il comparto grafico, le prestazioni saranno raddoppiate sui notebook e triplicate sui desktop. Il mercato dei PC è in crisi da diversi anni, per cui Intel ha progettato i nuovi chip per offrire caratteristiche simili a quelle dei tablet. Al Computex di Taipei verranno mostrati diversi laptop ibridi con schermo staccabile che potrà essere usato come un tablet.

Alcuni processori per dispositivi mobile hanno un consumo inferiore ai 7 Watt. Intel ha ottenuto questo straordinario risultato, integrando una unità per la gestione dei consumi in tempo reale che rileva dinamicamente la richiesta energetica delle singole parti. Per poter usufruire delle avanzate funzionalità di risparmio energetico sarà necessario utilizzare Windows 8.1. Intel e Microsoft hanno lavorato insieme per implementare un nuovo “power model”. L’utente avrà quindi a disposizione tutte le funzionalità di un notebook abbinate ai consumi ridotti di un tablet.

Fonte: ComputerWorld • Notizie su: