QR code per la pagina originale

Quattro passi a New York con Street View

9-11 Memorial, Central Park e le zone della città colpite dall'uragano Sandy: queste le aree di New York immortalate da Google per il servizio Street View.

,

Google amplia ulteriormente il database del servizio Street View con nuove immagini panoramiche dedicate a New York. Sono tre le aree della grande mela immortalate dal team di Mountain View: il 9-11 Memorial realizzato al World Trade Center, l’area verde di Central Park a Manhattan e le zone più colpite dal passaggio dell’uragano Sandy che nell’ottobre scorso ha lasciato i segni del suo passaggio sulla costa orientale degli Stati Uniti.

Basta un click per visitare le due grandi vasche scavate oggi nel suolo dove un tempo sorgevano le Torri Gemelle, abbattute durante l’attacco terroristico dell’11 settembre 2001. La qualità delle fotografie a 360 gradi è come sempre molto elevata e, semplicemente avvicinandosi con uno zoom, è possibile leggere i nomi delle vittime dell’attentato scritti sui bordi delle piscine. Gli scatti del parco sono invece stati effettuati in collaborazione con il personale della Central Park Conservancy, che ha aiutato il team di bigG a scovare sentieri e scorci di rara bellezza in quello che rappresenta il più grande e amato polmone verde della città.

New York dopo il passaggio dell'uragano Sandy (sinistra) e il 9/11 Memorial (destra)

New York dopo il passaggio dell’uragano Sandy (sinistra) e il 9/11 Memorial (destra)

Per quanto riguarda invece le zone segnate da Sandy, Google ha creato una pagina intitolata Hurricane Sandy: Record, Remember, Rebuild, una sorta di album fotografico a cui chiunque può contribuire caricando immagini che mostrano i cambiamenti dovuti al passaggio del ciclone. Grazie alla piattaforma Historypin, inoltre, in alcuni punti è possibile vedere le fotografie scattate dagli abitanti durante quei terribili giorni dell’autunno scorso sovrapposte a quelle di Street View, per capire l’entità e la violenza dell’uragano costato la vita ad oltre 250 persone in sette paesi.

Fonte: Google Maps • Notizie su: