QR code per la pagina originale

Wikipedia Nearby: l’enciclopedia è geolocal

L'enciclopedia online lancia un'applicazione che localizza l'utente e fornisce articoli sulle vicinanze: musei, edifici, parchi.

,

Una versione dell’enciclopedia che riconosce il luogo attorno all’utente. La Wikimedia Foundation ha presentato Nearby (“vicinanze”), la pagina di Wikipedia che permette di navigare articoli in base alla propria posizione geografica. Ovviamente, lo smartphone è lo strumento ideale per sfruttare questa nuova modalità.

Articoli geolocalizzati per un’esperienza che richiede anche la collaborazione stessa dell’utente: Nearby è il frutto dell’API lanciata qualche mese per gli sviluppatori che collegava i geodati con le pagine di Wikipedia. In pochi mesi sono stati raccolti milioni di dati, che stanno su database diversi, ma si fondono grazie a questa applicazione. Jon Robson, ingegnere del software di Wikimedia, in un post sul blog ufficiale ammette che fino ad oggi questi dati non erano ancora stati adeguatamente sfruttati:

C’è una ricchezza di informazioni intorno, siti storici, parchi, musei, teatri, caffè e edifici religiosi. Grazie al lavoro straordinario della nostra comunità, Wikipedia ha accumulato una quantità enorme di dati di localizzazione connessi con i suoi milioni di articoli; fino ad ora non avevamo pienamente approfittato di queste informazioni.

La doppia utilità di Nearby è facilmente immaginabile: dal lato utente, avere suggerimenti e informazioni utili sul luogo in cui si è (ad esempio in vacanza, durante uno spostamento), da quello della piattaforma arricchirsi di foto – con uno strumento apposito – di vari luoghi visitati in tempo reale da chi utilizza l’applicazione.

Nearby

Nearby ha due visualizzazioni: in quella destra viene visualizzato un articolo principale, in quella sinistra gli articoli geotaggati quando si entra nel menù. In blu quelli dove ancora manca una immagine.

Come si usa Nearby

La nuova applicazione somiglia a Foursquare, a certe applicazioni per Facebook o a certi servizi di Google. E non c’entra con le app già esistenti per Wikipedia (che pure la contemplano) perché si tratta di una pagina web utilizzabile anche da desk.
Per utilizzare Nearby basta visitare la pagina, accessibile tramite il menu principale nella versione mobile di Wikipedia. Una volta entrati viene chiesto il permesso di poter accedere alla posizione geografica, dopodiché appare una lista di articoli di Wikipedia in base a dove ci si trova. Chi dispone di un login del sito, può facilmente aggiungere una foto del luogo, di un edificio, di un qualunque elemento collegabile a una risorsa.

Anche se è certamente pensata per la connettività mobile, la pagina è utilizzabile anche da altri device e dal computer: Wikimedia ha già annunciato di voler lavorare per rendere Nearby uno strumento col quale incoraggiare gli utenti a migliorare gli articoli su argomenti a loro vicini.

Fonte: Wikimedia • Via: The Next Web • Notizie su: ,