QR code per la pagina originale

Firefox 25, rivoluzione dell’interfaccia utente

Firefox 25, atteso per il mese di ottobre, avrà una nuova interfaccia utente basata sul design Australis. L'aspetto sarà molto simile a quello di Chrome.

,

Dopo le modifiche introdotte con la versione 4, Mozilla si prepara a rivoluzionare nuovamente l’interfaccia utente del suo browser. Ciò accadrà con Firefox 25, che verrà rilasciato nel mese di ottobre. Il design Australis darà a Firefox un aspetto pulito con colori più consistenti, cambierà la forma delle schede e la posizione di alcuni elementi, in particolare del menu principale. Gli utenti che vogliono vedere in anteprima la nuova UI possono installare la build Nightly UX.

Il primo grande cambiamento riguarda le schede. Con Firefox 25 verranno abbandonate le linee squadrate per fare posto ad angoli arrotondati. Mozilla prevede anche di migliorare l’uso delle schede, evidenziando maggiormente quella attiva e nascondendo le altre attraverso un colore omogeneo allo sfondo. La stella inserita nella barra degli indirizzi, che permette di aggiungere un link ai segnalibri, verrà spostata nella barra dei segnalibri. Il menu a pannelli, accessibile cliccando sul pulsante Firefox in alto a sinistra, verrà invece spostato a destra e indicato con un’icona simile a quella usata in Chrome.

Mozilla ha pubblicato un pagina specifica per le singole versioni del browser, indicando tutte le modifiche all’interfaccia utente. Per Windows 7, Mac OS X e Linux sarà disponibile una release unica, mentre gli utenti di Windows XP potranno scegliere uno dei tre temi (Luna Blue, Olive e Silver).

La nuova interfaccia utente di Firefox 25 per Windows 7, Windows XP, Mac OS X e Linux (dall'alto verso il basso).

La nuova interfaccia utente di Firefox 25 per Windows 7, Windows XP, Mac OS X e Linux (dall’alto verso il basso).

Con l’introduzione del design Australis potrebbe anche essere eliminata la barra dei componenti aggiuntivi (oggi visibile nella parte inferiore dell’interfaccia). Mozilla prevede di creare un’area dedicata nella toolbar principale, in cui inserire i pulsanti degli add-on. Lo sviluppo è ancora in corso, quindi alcune modifiche annunciate potrebbero essere eliminate.

Fonte: The Next Web • Immagine: Drudger • Notizie su: ,