QR code per la pagina originale

Smartphone rubati: USA, proposta “kill switch”

I procuratori di New York e di San Francisco incontreranno Apple, Samsung, Google e Microsoft per esortarli a creare nuovi antifurto per smartphone.

,

I procuratori distrettuali di San Francisco e di New York si incontreranno a breve con alcuni dei più grandi produttori di smartphone per discutere con loro ed esortarli a ideare nuove soluzioni antifurto per smartphone. L’incontro avverrà il 13 giugno, come confermato dal procuratore di San Francisco George Gascòn e da quello di New York, Eric Schneiderman.

Ai vertici statunitensi non bastano più le tecnologie già introdotte per rintracciare i dispositivi mobile rubati via GPS – come ad esempio la feature Find My Phone per gli iPhone di Apple – poiché vengono ritenute inaffidabili e comunque non sono servite a contrastare il triste fenomeno che ha visto, negli ultimi anni, un massiccio aumento delle rapine volte proprio a sottrarre gli smartphone di nuova generazione. Per tale motivo, Guascòn e Schneiderman incontreranno i rappresentanti di Apple, Google, Samsung e Microsoft, così da trovare nuove soluzioni per rendere inutilizzabili i vari device sottratti ai legittimi possessori.

Guascòn vorrebbe che i produttori di smartphone creassero nuove tecnologie come un “kill switch”, ovvero un qualcosa che andrebbe a rendere inutilizzabile lo smartphone rubato. Insomma in tal modo il ladro di turno si ritroverebbe in mano un dispositivo completamente disattivato, e peraltro invendibile sul mercato nero. Ciò potrebbe fungere da disincentivo per le rapine.

Durante lo scorso anno, a New York è stato registrato un aumento del 40% dei furti di smartphone, mentre a San Francisco più della metà delle rapine vengono effettuate proprio al fine di rubarne uno. «1,6 milioni di americani sono state vittime di furti di smartphone nel 2012, e questa è diventata un’epidemia nazionale. A differenza di altri tipi di reati, il furto dello smartphone può essere eliminato con una soluzione tecnologica semplice», ha dichiarato Guascòn. Gli USA sono dunque fortemente intenzionati a cambiare tale triste situazione, anche in virtù del fatto che sempre più rapine sono divenute violente.