QR code per la pagina originale

Xbox One: Kinect rispetta la privacy

Microsoft conferma che il sensore ascolta solo comandi specifici. Le conversazioni che avvengono nella stanza non verranno registrate.

,

Il sensore Kinect sarà venduto insieme alla Xbox One, essendo fondamentale per il suo funzionamento. Tutte le operazioni verranno effettuate tramite gesture e comandi vocali, grazie alle quali la console creerà un profilo dell’utente per migliorare l’esperienza d’uso e personalizzare i contenuti. Tutto ciò avverrà però nel pieno rispetto della privacy. Il nuovo Kinect ascolterà solo comandi specifici e non registrerà le conversazioni che avvengono nella stanza.

Microsoft conferma dunque quanto dichiarato da un suo portavoce alla fine di maggio: il controllo di ciò che il sensore può vedere e ascoltare rimane nelle mani dell’utente. Durante il setup iniziale, il sistema permetterà di impostare le varie opzioni sulla privacy, in modo automatico o manuale, e fornirà chiare informazioni sull’uso dei dati personali. Quando la Xbox One è accesa, le conversazioni che avvengono nella stanza non verranno registrare o inviate sul cloud.

Se non si vuole usare Kinect, l’utente può spegnere o mettere in pausa il sensore, ma se i giochi o le app lo richiedono sarà necessario riaccenderlo. Per spegnere o accendere la console si possono usare i comandi vocali “Xbox Off” e “Xbox On“. In ogni caso, questa feature può essere disattivata. Quando Kinect è in pausa è possibile usare altri controller, un telecomando o un dispositivo mobile.

Galleria di immagini: Le immagini della Xbox One

Alcuni giochi e applicazioni utilizzato video, foto, espressioni facciali e rilevano il battito cardiaco, ma nessuno di questi dati lascerà la Xbox One senza un consenso esplicito. Altre informazioni verranno rilasciate durante l’E3 di Los Angeles, in programma la prossima settimana. Il keynote Microsoft è previsto per il 10 giugno a partire dalle 18:30 (ora italiana).