QR code per la pagina originale

Street View aggiunge 1.001 nuove località

Il database di Street View cresce ancora: Google annuncia l'arrivo di immagini panoramiche per 1.001 nuove località, da visitare in un click o tap.

,

Nuovo corposo aggiornamento per il database di Street View, con Google che annuncia di aver arricchito il servizio con le immagini panoramiche a 360 gradi di ben 1.001 località inedite: dall’Asia all’Europa, dall’America Latina agli Stati Uniti, passando per il Canada. Gli utenti possono così fare una passeggiata virtuale in centinaia di nuovi luoghi di tutto il mondo, semplicemente muovendo il mouse o sul display del proprio dispositivo mobile.

Oggi aggiungiamo oltre 1.000 località da tutto il mondo in Google Maps, rendendo il servizio ancora più completo e utile. Da siti di importanza storica agli stadi, le immagini panoramiche disponibili tramite Street View possono aiutarvi a entrare in “modalità vacanza” con pochi e semplici click. Che stiate per avventurarvi sulle vette del Sud America o passare l’estate a nord dell’equatore , speriamo possiate trovare piacevole girare il pianeta con noi.

Nel post comparso sul blog ufficiale di Google Maps il motore di ricerca illustra alcune delle nuove location introdotte, come gli edifici che compongono lo skyline di Singapore, la cattedrale di Siviglia, i canali di Copenhagen, il santuario brasiliano di Nostra Signora della Concezione di Aparecida, lo stadio Vila Belmiro, il parco del monte messicano Chapultepec, Valle Nevado (Cile), la casa di Mark Twain nel Connecticut e molte altre mete. Per quanto riguarda la versione mobile del servizio, Street View è supportato sia dall’applicazione dedicata ai dispositivi Android (in download gratuito da Google Play) che da quella per iOS (App Store).

Il gruppo di Mountain View conferma dunque il proprio costante impegno nel migliorare una piattaforma già ricca, che può contare su immagini panoramiche scattate nelle profondità marine, sulle cime ghiacciate dell’Everest, nei luoghi devastati di Fukushima, all’interno dei crateri meteoritici, sulle piste da sci, dentro la Casa Bianca e nel Grand Canyon.

Fonte: Google Maps • Notizie su: