QR code per la pagina originale

LG: display flessibili per smartphone a fine anno

LG conferma: entro fine anno produrrà in massa i display flessibili per smartphone; potrebbe battere Samsung lanciando un primo device prima della rivale.

,

LG si prepara a produrre in massa un display flessibile per smartphone: lo sviluppo della peculiare tecnologia è stato completato ed entro fine anno sarà pronta. Lo ha confermato un portavoce di LG al Korea Times.

«LG Display ha completato lo sviluppo dei primi display flessibili. Abbiamo già spedito i campioni ad alcuni clienti tra cui LG Electronics, mentre la produzione di massa sarà avviata a partire dal quarto trimestre di quest’anno»: con tale dichiarazione, il produttore sudcoreano annuncia il prossimo passo in avanti in ambito smartphone, che renderà disponibile non solo per i prodotti proprietari ma anche per quelli delle terze parti.

Nonostante la produzione di massa sia stata confermata per la fine dell’anno in corso, non è detto che i primi smartphone con display flessibile siano pronti entro il 2013, anzi è molto probabile che debuttino entro la prima parte del 2014. V’è da sottolineare però che, con tale mossa, LG potrebbe battere Samsung anticipando la sua diretta rivale sul mercato: Samsung sta lavorando da tempo ai pannelli flessibili e ne ha anche dato dimostrazione al CES di Las Vegas, ma ha accumulato una serie di ritardi e la produzione della propria tecnologia flessibile non è ancora pronta.

Per tale motivo, LG potrebbe davvero essere la prima azienda a introdurre nei negozi un telefono cellulare “intelligente” caratterizzato dalla presenza di uno schermo di tale tipo, un qualcosa che potrebbe attrarre i consumatori e, al contempo, che potrebbe offrire al produttore una marcia in più per guadagnare un ulteriore market share in tale segmento. Sarà interessante vedere quali saranno le possibilità dei primi device equipaggiati da uno schermo flessibile e come tale tecnologia si comporterà rispetto ai display classici, in termini di qualità.

Fonte: Korea Times • Via: Android Authority • Immagine: Yonhap • Notizie su: