QR code per la pagina originale

Nuovo HTC One: HTC UltraPixel Camera

La nuova HTC UltraPixel Camera del nuovo HTC One riporta la luce al centro della fotografia. Scopriamo tutte le caratteristiche tecniche e i dettagli del suo sensore.

,

In fotografia una cosa va tenuta a mente: la fotografia è luce, e più luce entra in un sensore, e di conseguenza in ogni suo pixel, più informazioni si registrano, con conseguente migliore resa per fedeltà dell’immagine per colori, sfumature e dettagli.

HTC ha deciso di non seguire la strada imboccata da altri player, che inseguono i puri numeri gonfiando le fotocamere dei loro smartphone con milioni di minuscoli pixel, ma ha adottato un approccio coerente con l’essenza della fotografia: la luce.

Questo approccio ha preso forma nel nuovo HTC One con la tecnologia HTC UltraPixel. I risultati sono ottimi, non solo in condizioni di scarsa luminosità, ma anche negli scatti in movimento. Infatti, come effetto secondario della cattura di più luce, e quindi di più informazioni, il sensore da 4 megapixel del nuovo HTC One è anche più veloce, riuscendo a scattare foto di soggetti in movimento con risultati eccellenti. Ad aumentare l’efficacia ci pensa anche un sistema AF efficiente, che riesce a congelare il soggetto. La percentuale di successo è notevole, tanto che il nuovo HTC One riesce a riprendere con efficacia anche pose di sport d’azione, un settore prima ritenuto non alla portata degli smartphone, e neppure di molte fotocamere compatte di media/alta gamma.

La fotocamera del nuovo HTC One non si esaurisce con la tecnologia HTC UltraPixel. È possibile infatti agire su molti parametri ritenuti fondamentali nella riuscita di uno scatto, quali formato (normale 4:3, panoramico 16:9, quadrato 1:1); ISO (da 100 a 1600), bilanciamento del bianco, scatto singolo o continuo e messa a fuoco fissa o continua. Non mancano le modalità scena (normale, ritratto, paesaggio, retroilluminazione, testo, macro) e i sistemi di ottimizzazione per alcune condizioni particolari, come lo scatto in notturna o i panorami (con tanto di linea dell’orizzonte).

Nonostante il livello tecnologico e la qualità di funzioni, l’interfaccia utente della fotocamera del nuovo HTC One è molto intuitiva: ha tutto quel che serve a portata di tocco e nelle posizioni in cui ce l’aspetteremmo. Infine, c’è l’originale e riuscita modalità HTC Zoe alla quale abbiamo dedicato un approfondimento a parte.

La qualità degli scatti è di livello molto buono, la gamma dinamica è eccellente, i colori sono realistici e dalle sfumature morbide. Come anticipato, poi, sorprende la sua capacità di catturare scene poco illuminate, con dettagli leggibili. E quando necessario, il flash LED a quattro livelli di potenza funziona a dovere anche e soprattutto in modalità automatica, senza dimostrarsi mai invadente.

Nel complesso, quanto detto per le foto vale anche per i video, che il nuovo HTC One cattura in Full HD, pienamente soddisfacenti dal punto di vista della qualità e delle performance,  soprattutto per i soggetti in movimento.

Se poi non bastasse, il nuovo HTC One ha anche una fotocamera frontale per le videochiamate HD il cui sensore da 2,1 megapixel sorprende per la qualità dei fotogrammi che è in grado di catturare.

Notizie su: HTC One, ,