QR code per la pagina originale

Inondazioni in India, l’aiuto di Google

Le violente piogge rovesciate sul nord dell'India hanno causato inondazioni nello Uttarakhand: Google in aiuto della popolazione con una mappa interattiva.

,

500 morti finora accertati e migliaia di persone disperse in India, a causa delle violente inondazioni che hanno colpito la regione dello Uttarakhand, nella parte settentrionale del paese. Una grave situazione di emergenza verificatasi in seguito alle intense precipitazioni di natura monsonica che ormai da diversi giorni interessano il nord dello stato. Le istituzioni locali e quelle dei territori vicini si sono già messe in azione per fornire il proprio aiuto alla popolazione e lo stesso ha fatto anche Google, ricorrendo alle proprie tecnologie.

Con un post comparso sul blog ufficiale il motore di ricerca annuncia il lancio di un’iniziativa curata dal team Crisis Response, lo stesso che ieri ha pubblicato il Person Finder per aiutare gli abitanti a mettersi in contatto con le persone scomparse. Oggi l’azienda di Mountain View inaugura una mappa interattiva, chiamata Crisis Map for Uttarakhand, che nei prossimi giorni andrà via via arricchendosi di nuove informazioni utili per gestire nel miglior modo possibile l’emergenza. Quelle già disponibili riguardano le zone colpite dalle alluvioni, i centri di accoglienza per i rifugiati, quelli che offrono assistenza medica e le strade interrotte.

Far fronte a un disastro di queste proporzioni è un compito scoraggiante, ma tutti noi possiamo fare qualcosa per aiutare. Dall’esperienza con le calamità del passato abbiamo appreso quanto sia cruciale e utile condividere informazioni in tempo reale alle istituzioni e alle persone. Facciamo affidamento al contributo di ognuno di voi, per migliorare la precisione di questi dati nel corso dei prossimi giorni. Nel caso abbiate qualsiasi informazione, per favore scrivere a crisis@googlegroups.com.

Non è la prima volta che le piattaforme di bigG vengono impiegate per fronteggiare una calamità naturale. Nel mese di marzo è stato lanciato Google Public Alerts in Giappone, con l’intendo di mantenere costantemente aggiornati gli utenti nipponici sui terremoti che interessano il paese, oltre 5.000 ogni anno.

Fonte: Google India Blog • Immagine: Flag of India, via Shutterstock • Notizie su: