QR code per la pagina originale

iStruct, la scimmia robot dell’Università di Brema

I ricercatori tedeschi hanno realizzato un robot in grado di muoversi autonomamente imitando la camminata di una scimmia.

,

I ricercatori dell’Università di Brema hanno mostrato il risultato finale di un progetto denominato iStruct, finanziato dal Ministero dell’Economia e della Tecnologia e dal German Aerospace Center. Gli scienziati tedeschi hanno realizzato un robot che riproduce fedelmente il modo di camminare di una scimmia. Traendo ispirazione dalla biologia, il German Research Center for Artificial Intelligence (DFKI) ha progettato un sistema robotico dotato di mobilità superiore a quella di un robot tradizionale.

L’obiettivo del team tedesco era sviluppare un prototipo in grado di muoversi in modo autonomo, utilizzando diverse tipologie di sensori e attuatori. Per migliorare l’efficienza della camminata e ottenere un “multi-locomotion system“, i ricercatori hanno sostituito la connessione rigida tra la parte anteriore e posteriore del robot con una spina dorsale attiva. Come si può vedere dai video allegati, il risultato finale è strabiliante. La colonna vertebrale è però solo un componente di un sistema biomeccanico molto complesso. La scimmia artificiale è composta da tre parti principali: testa, tronco con zampe anteriori e bacino con zampe posteriori. Nel tronco sono inseriti i sistemi di controllo e comunicazione, mentre nel bacino sono presenti la batteria e la sezione di alimentazione.

Ogni articolazione è controllata da motori DC brushless ad elevato rapporto di trasmissione. Gli stati del motore vengono determinati mediante trasduttori ottici incrementali e trasduttori magnetici assoluti. Nelle zampe anteriori/posteriori e nella spina dorsale sono stati inseriti sensori di coppia e di forza a sei gradi libertà. La struttura nel suo complesso possiede caratteristiche cinematiche mai viste in un simile robot. La scimmia può camminare sulle quattro zampe e spostarsi lentamente o velocemente in tutte le direzioni (avanti, indietro, in diagonale e lateralmente).

Nel secondo video si può vedere come il robot sia in grado di spostare il suo baricentro in tempo reale per modificare la sua postura in base alla pendenza del terreno.

Fonte: IEEE Spectrum • Notizie su: