QR code per la pagina originale

Apple taglia gli ordini di iPhone per fine 2013

Apple avrebbe ridotto gli ordini di iPhone ai produttori per la seconda metà del 2013: è quanto rivela l'analista Peter Misek di Jefferies.

,

Gli stock di iPhone 5 e delle versioni precedenti di melafonino sono abbondanti, così Apple avrebbe deciso di tagliare gli ordini alle società partner per la seconda metà del 2013. È quanto dichiara l’analista Peter Misek di Jefferies: sarà forse l’attesa di iPhone 5S e iPhone Low Cost a frenare gli acquisti dei consumatori?

In una nota agli investitori, Misek ha lasciato intendere la decisione di Cupertino di rivedere al ribasso gli ordini di nuovi iPhone per la seconda metà dell’anno, dai 40 milioni a 25 nel terzo quarto e da 60 milioni a 50 nel quarto. Per confermare questa ipotesi, l’esperto ha confrontato la disponibilità di melafonini fra alcuni degli operatori più importanti del Regno Unito:

«Abbiamo recentemente notato come i livelli di inventario tra i rivenditori e i carrier siano elevati, ma non siamo certi su quale produttore OEM sia il più esposto. Le nostre indagini su diverse centinaia di negozi Orage, Vodafone ed EE nel Regno Unito indicano un inventario ricco per gli iPhone e per i Samsung Galaxy S3.»

Il rallentamento negli ordini sarebbe stato notato anche dalla società Jabil, azienda specializzata nella fabbricazione di alcune componenti presenti in iPhone 5. Sebbene l’analisi di Jefferies non abbia trattato alcun retailer al di fuori del Regno Unito, l’esperto sostiene si tratti di una situazione globale per la mela morsicata, tanto da rivedere non solo gli ordini ai produttori ma anche le stime sulle vendite: da 30 a 27 milioni nel terzo quarto e da 50 a 45 nel quarto.

Questo scenario potrebbe però cambiare con l’arrivo di iPhone 5S e di iPhone low cost – quest’ultimi previsti per settembre – due device che potrebbero rinvigorire la voglia d’acquisto da parte degli appassionati Apple. Inoltre, Misek vede positivamente anche il passaggio al nuovo stile minimalista di iOS 7, una rivoluzione che potrebbe avere piccoli effetti positivi sulle vendite. Non tanto per le caratteristiche grafiche e le funzioni, però, quanto per l’esperienza d’uso sui vecchi modelli.

«Crediamo che la nuova e più pulita interfaccia sia un grande miglioramento. Sebbene l’aggiornamento di iOS sia possibile anche su iPhone 4 e iPhone 5S, la nostra esperienza d’uso è stata abbastanza povera (ammettendo si tratti di una beta) perché il sistema operativo pesa troppo sul processore. Crediamo quindi che iOS 7 possa essere un tentativo di Apple di stimolare l’acquisto di nuovi dispositivi.»

Galleria di immagini: iPhone 5, visto da dentro