QR code per la pagina originale

Research@Intel e le tecnologie del futuro

È andata in scena l'edizione 2013 di Research@Intel, con progetti di ricerca da tutto il mondo che sperimentano l'impiego delle tecnologie del futuro.

,

Luci di coda delle automobili che aiutano a salvare vite umane, schermi che consentono alle foto di raccontare la loro storia, esperienze di shopping personalizzate: sono queste alcune delle innovazioni presentate nel corso dell’undicesima edizione dell’evento annuale Research@Intel, vetrina delle nuove ricerche scaturite sia da progetti interni alla società che da collaborazioni esterne. Ad aprire l’evento è stato Justin Rattner, Chief Technology Officer di Intel, mettendo in evidenza alcuni tra i progetti più interessanti.

La maggior parte della nostra ricerca è condotta da ricercatori Intel, ma siamo molto soddisfatti della qualità e della mole di ricerca scaturita dai centri ISTC e ICRI. Aspetto altrettanto importante, è il fatto che la struttura profondamente collaborativa di queste attività di ricerca sia basata su un modello di proprietà intellettuale aperta, che offre vantaggi non solo a Intel e ai ricercatori, ma all’intero settore hi-tech e alla società nel suo complesso.

Due anni fa il gruppo ha scelto di avviare una stretta collaborazione con i ricercatori di alcune tra le università più accreditate al mondo, dando vita a una rete composta da sette Intel Science and Technology Center e sei Intel Collaborative Research Institute. Gli ambiti sui quali si concentrano i ricercatori sono diversi, ma tutti con un obiettivo in comune: trovare nuove strade per sperimentare con la tecnologia, che un giorno portanno rendere più semplice la vita alle persone. Le demo mostrate all’evento Research@Intel sono divise in quattro aree, elencate dopo il filmato in streaming di seguito.

  • Migliorare la vita quotidiana: esperienze di computing in grado di semplificare, migliorare e arricchire la nostra vita. Una dimostrazione intitolata Be Meaningful impiega la tecnologia Shelf Edge Technology (SET) per consentire di rilevare la presenza di una persona in un negozio e creare un’esperienza di shopping più significativa e personalizzata.
  • La società dei dati: liberare le potenzialità dei dati per tutti. Oltre a spingere i confini di ciò che le istituzioni possono fare con i big data, Intel Labs sta esplorando le potenzialità dello scambio di dati significativi tra singoli individui. I ricercatori stanno studiando modi per adattare l’infrastruttura digitale al fine di consentire alle persone di acquisire, trasferire e lavorare meglio con le informazioni digitali, in maniera semplice ed efficace.
  • Intelligenza diffusa: innovazioni che trasformano oggetti inanimati con l’aggiunta di capacità sensoriali, favorendo esperienze di vita sostenibili e intelligenti. In una dimostrazione, i ricercatori impiegano strumenti di facile utilizzo per automatizzare segnali contestuali con sensori già esistenti, in modo che un’abitazione reagisca efficacemente in risposta agli eventi e alle esigenze specifiche di ogni famiglia.

  • Fondamenti della tecnologia: elementi di base della tecnologia (compresi circuiti, architettura e software) che costituiscono le fondamenta per tutte le aree sopraelencate. Ad esempio, la dimostrazione Protecting Sensor Data utilizza hardware e software Intel per impedire a malintenzionati di accedere alle informazioni personali registrate da fotocamere, microfoni e localizzatori GPS incorporati nei dispositivi portatili.

Notizie su: