QR code per la pagina originale

Apple registra iWatch in Messico, Taiwan e Turchia

Apple ha depositato il marchio iWatch anche in Messico, Taiwan e Turchia, dopo averlo fatto in Russia e Giappone. Altre conferme sull'orologio.

,

Dopo aver depositato il marchio iWatch in Giappone e in Russia, Apple ha svolto la medesima azione anche in Messico, Turchia e Taiwan, preparandosi dunque a tutelarsi da eventuali problemi legali qualora in futuro dovesse lanciare davvero il tanto chiacchierato smartwatch proprietario.

La richiesta di registrazione del marchio iWatch è stata depositata direttamente dall’azienda di Cupertino all’inizio dello scorso mese in Taiwan, mentre per quanto riguarda il Messico e la Turchia, Apple è ricorsa a Maria Teresa Eljure Tellez, ovvero il capo di aziende quali Arochi, Marroquìn, & Linder, S.C. In passato, Apple aveva affidato lo stesso compito a tali dipartimenti quando si era trattato di tutelare iPad e altri device lanciati negli ultimi anni.

Nella documentazione depositata in Taiwan viene specificato non solo il nome iWatch, ma anche il colore del dispositivo, che sarà nero. Chiaramente non è detto che non verrà proposto da Cupertino anche in altre colorazioni. La struttura potrebbe invece esser realizzata in Liquidmetal, ovvero una speciale lega metallica per cui Apple ha siglato in passato un accordo di esclusiva con la società che l’ha ideata.

Quanto fatto da Apple aggiunge credito alle indiscrezioni che vedono gli ingegneri di Tim Cook al lavoro su uno smartwatch, ovvero un orologio basato sul sistema operativo iOS, che si interfaccia con l’iPhone e in grado di offrire a chi lo indossa funzioni “smart”, così da rappresentare un perfetto computer portatile da polso. Cupertino non ha però ancora fornito alcuna conferma circa l’effettiva realizzazione di questo iWatch: ai tempi della conferenza DD10 organizzata da All Things D, Tim Cook si era infatti limitato a evidenziare un interesse della Mela per i dispositivi indossabili. Qualche novità riguardante iWatch potrebbe giungere entro la fine del 2013, o al massimo nel 2014.

Fonte: MacRumors • Via: 9to5Mac • Immagine: MacUser • Notizie su: , ,