QR code per la pagina originale

HUB, l’hotel a portata di smartphone

Whitbread presenta HUB, un nuovo concept per gli hotel economici Premier Inn: stanze piccole e connesse, da controllare mediante un'applicazione mobile.

,

Piccole e smart, così saranno le stanze immaginate da Whitbread (multinazionale che controlla la catena Premier Inn) per i suoi nuovi hotel economici HUB. Uno spazio decisamente compatto, poco più di 11 metri quadrati, dove trovano posto un letto, una scrivania, un bagno e un televisore da 40 pollici. Niente lussi extra tipici delle suite, ma tutto ciò che può offrire la tecnologia: l’ospite potrà interagire con la struttura mediante smartphone o tablet, grazie a un’apposita applicazione.

Tramite il display touchscreen sarà possibile prenotare ed effettuare il check-in, ma non solo, anche impostare la temperatura dell’ambiente desiderata, l’intensità dell’illuminazione, il canale TV da vedere o la musica da ascoltare, ancora prima di mettere piede nell’albergo. Un mix di tecnologie prese in prestito dalla domotica e funzionalità tipiche dell’universo mobile, al servizio di chi viaggiando necessita di un alloggio funzionale e soprattutto economico. Non mancherà ovviamente la connettività WiFi, messa a disposizione del tutto gratuitamente nella totalità delle stanze.

Il primo HUB aprirà nell’autunno 2014 a Londra, nel distretto di Covent Garden, con l’obiettivo di fare altrettanto entro i prossimo tre anni in altre quattro località britanniche, arrivando a circa 1.000 alloggi. Il progetto più a lungo termine si concluderà invece nel 2018, quando il concept verrà portato in 40 location per un totale di 8.000 stanze. Al momento Whitbread non ha ancora reso noto quanto costerà trascorrere la notte presso una di queste strutture, ma ha comunicato che la loro realizzazione e la manutenzione costeranno il 25% in meno rispetto a quanto avviene oggi con gli hotel Premier Inn. Questo il commento del managing director Patrick Dempsey.

Premier Inn ha giocato un ruolo da protagonista principale nel creare il mercato degli hotel economici e crediamo che HUB farà lo stesso per la prossima generazione di alberghi “compatti” nel centro delle città. HUB lavorerà in tandem con Premier Inn, puntanto ai clienti che tengono in considerazione il prezzo prima di tutto, senza però voler rinunciare a sistemazioni di qualità nel cuore dei centri urbani. Questo ci permetterà di ampliare il nostro bacino di clienti ed essere ulteriormente competitivi.

Fonte: Whithbread • Via: The Verge • Notizie su: , ,