QR code per la pagina originale

Nuovo HTC One: l’esperienza del fotografo

La redazione di Webnews ha chiesto a un fotografo professionista le sue impressioni sulla fotocamera del nuovo HTC One e sul suo sensore HTC UltraPixel.

,

Webnews ha incontrato nel suo studio Marco Girolami, fotografo professionista principalmente attivo nel settore della moda, per il quale si occupa in special modo di campagne pubblicitarie e ritratti di celebrità, per capire cosa pensi dell’innovativo sensore HTC UltraPixel™ di cui è dotato il nuovo HTC One.

Marco ci ha accolti nel suo studio di Roma, dove vive e lavora e, mentre ci mostra alcuni dei suoi scatti migliori, ci spiega cosa lo ispira nel suo lavoro: «mi ispira – ci dice – la possibilità di fotografare le persone e la vita contemporanea. Cerco di dare allo scatto enfasi narrativa, di cogliere un gesto, uno sguardo che regali un’emozione».

Un fotografo, ci dice Marco, deve essere sempre pronto, ma non sempre si può avere con sé l’attrezzatura professionale. Gli smartphone di ultima generazione permettono ormai di sopperire a molte esigenze, comprese quelle di un fotografo professionista, «a patto che non si sacrifichi la qualità».

Durante l’utilizzo del nuovo HTC One, Marco si è reso conto che il suo sensore HTC UltraPixel™ da 4 megapixel è paragonabile a molte delle migliori fotocamere digitali oggi in commercio perché è composto da pixel più grandi rispetto allo standard attuale: «può catturare molta più luce rispetto alla maggior parte delle compatte, producendo scatti più nitidi, anche se c’è scarsa luminosità».

Quando poi Marco entra nello specifico delle caratteristiche in dotazione  alla fotocamera del nuovo HTC One, arriva a paragonarle con quelle di una compatta di fascia alta: apertura f/2.0, autofocus continuo, stabilizzatore ottico d’immagine e processore dedicato che compensa la distorsione dell’obbiettivo eliminando eventuali disturbi.

Prima di lasciarci, Marco ci spiega come sia rimasto colpito agli strumenti messi a disposizione del fotografo dal nuovo HTC One. In particolare, ha apprezzato la funzionalità HTC Zoe™, capace di salvare in sequenza i momenti precedenti e successivi di una foto, immortalando quindi più versioni di un’unica posa e permettendo un editing avanzato.

La fotocamera del nuovo HCT One è per Marco dunque un valido sostituto di una fotocamera compatta, adatta ad assecondarlo nel suo lavoro, ma, come scopriamo, anche a farlo divertire con alcune delle sue interessanti funzioni dedicate alla ripresa  di video: «Posso aumentare il pathos di una ripresa rallentando o aumentando la velocità di alcune sequenze  oppure posso lasciare che faccia tutto il telefono, con la funzione Highlights» che crea un filmato unendo automaticamente foto e clip, proprio come farebbe un programma completo di video editing, aggiungendo un tema grafico, la musica e le transizioni.

Notizie su: HTC One, ,