STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

Astronauta della ISS guida un robot sulla Terra

La NASA ha eseguito con successo un test per il controllo remoto di un rover. I comandi sono stati inviati dalla ISS che orbita a circa 400 Km di distanza.

,

La Stazione Spaziale Internazionale viene manovrata dalla Terra, in particolare dalla Space Station Flight Control Room del Johnson Space Center di Huston, per evitare collisioni con i detriti che orbitano intorno al nostro pianeta. Ma da fine giugno, anche gli astronauti a bordo possono guidare un oggetto sulla Terra. Per la prima volta, un rover ha ricevuto comandi da una distanza di circa 400 Km. Il successo del test apre le porte al controllo remoto di robot che possono essere inviati sulla Luna, su Marte o su un asteroide.

L’astronauta della NASA Chris Cassidy è riuscito a guidare il rover K10 che si trovava su un terreno presso l’Ames Research Center a Moffett Field (California). Sulla Stazione Spaziale, Cassidy riceveva la telemetria e un video in tempo reale dal rover, mentre monitorava le reazioni del robot ai suoi comandi attraverso un display che visualizzava una rappresentazione virtuale del terreno. Il progetto Surface Telerobotics permetterà di migliorare la collaborazione remota tra esseri umani e macchine. Maria Bualat, responsabile tecnico del progetto, ha dichiarato:

Un robot su una superficie, controllato da un equipaggio che si trova all’interno di un veicolo in orbita o in avvicinamento, potrebbe preparare il sito di atterraggio, perlustrare la zona, assicurarsi che la terra sia solida o addirittura costruire una pista di atterraggio.

Il rover K10 guidato da un astronauta sulla ISS.

Il rover K10 guidato da un astronauta sulla ISS.

Il primo test effettuato a fine giugno ha permesso di verificare gli effetti sul controllo remoto del ritardo di comunicazione tra la ISS e il robot sulla Terra, ma anche la capacità dell’astronauta di supervisionare un robot nel caso in cui si trovi in difficoltà o sia impossibilitato a muoversi. In questo caso è importante studiare la reazione del corpo umano allo stress causato da un eventuale problema tecnico.

L’esperimento, durante il quale Cassidy ha guidato con successo il rover e aperto due antenne, è durato circa due ore e mezza. Altri due test verranno effettuati a fine mese e ad agosto. Una delle missioni future potrebbe essere la costruzione di un radio telescopio formato da antenne in Kapton sul lato nascosto della Luna. Le operazioni verrebbero guidate dagli astronauti della ISS. Con questo tipo di telescopio si potrebbero osservare le prime stelle e le prime galassie nate 100 milioni di anni dopo il Big Bang.

Commenta e partecipa alle discussioni