QR code per la pagina originale

Google Maps, la nuova UI arriva su Android (up.)

La nuova interfaccia di Google Maps presentata all'evento I/O 2013 arriva sui dispositivi Android, ma l'applicazione perde alcune importanti funzionalità.

,

La nuova interfaccia di Google Maps presentata a maggio durante l’evento I/O 2013 sta per raggiungere anche i dispositivi Android, dopo aver fatto il suo esordio ufficiale sull’incarnazione desktop del servizio. In Rete sono già comparsi tutti i dettagli relativi all’aggiornamento, così come gli APK da scaricare per chi non vuole perdere tempo e provare fin da subito il restyling della UI. Il download attraverso Play Store non ha invece ancora preso il via, ma lo farà di certo entro pochi giochi.

Pro e contro in questo update. La versione 7.0.0 dell’applicazione (destinata ai dispositivi con Android 4.0.3 ICS o superiore) offre infatti un layout completamente ridisegnato, in linea con quanto già visto sul Web, oltre a migliorie per quanto riguarda la navigazione, le indicazioni stradali, informazioni aggiornate in tempo reale sul traffico, report sugli incidenti nella zona e ricalcolo dinamico del percorso da seguire. Inoltre, sono state introdotte anche nuove funzionalità per scoprire posti nelle vicinanze dove mangiare, bere, fare acquisti, dormire o assistere a spettacoli d’intrattenimento, anche se queste non sono al momento accessibili nel nostro paese.

La vecchia interfaccia di Google Maps su Android (sinistra) messa a confronto con quella nuova (destra)

La vecchia interfaccia di Google Maps su Android (sinistra) messa a confronto con quella nuova (destra)

Come citato poc’anzi, sembrano però sparite nel nulla alcune funzionalità del software: tra tutte le mappe offline e Latitude. Pare infatti impossibile scaricare porzioni di territorio oppure accedere a quelle salvate nella memoria interna del dispositivo in precedenza, così come è stata rimossa l’integrazione con Latitude per la geolocalizzazione dei propri contatti. Ancora, sono scomparsi i pulsanti per lo zoom, che ora dev’essere gestito esclusivamente tramite gesture.

Considerando che la distribuzione tramite Play Store non ha ancora preso il via in forma ufficiale, potrebbe trattarsi di mancanze legate esclusivamente agli APK testati, forse versioni preliminari e differenti da quella definitiva. Per chi non ha fretta, il consiglio è dunque quello di attendere ancora qualche giorno per ricevere automaticamente l’aggiornamento di Google Maps, che si spera tornerà a includere tutte le feature offerte in passato dall’applicazione.

Aggiornamento: nemmeno il tempo di pubblicare l’articolo che Google interviene sul blog ufficiale italiano per illustrare tutte le novità.

Fonte: Android Police • Via: CNET • Notizie su: