QR code per la pagina originale

Chrome Beta 29 per Android, con WebRTC

Aggiornamento per Chrome Beta su Android: tra le novità anche il supporto alla tecnologia WebRTC, per comunicazioni in tempo reale senza plugin aggiuntivi.

,

Google ha rilasciato una nuova versione del browser destinato a smartphone e tablet Android: Chrome Beta 29 è disponibile per il download su Play Store. Il pacchetto (29.0.1547.23) può essere scaricato automaticamente da chi ha già installato l’app nel proprio dispositivo, oppure dalla rinnovata versione Web della piattaforma. La novità più importante tra quelle introdotte riguarda senza alcun dubbio il supporto alla tecnologia WebRTC già vista nell’edizione desktop del software.

WebRTC permette di comunicare in tempo reale, ad esempio attraverso videoconferenze, all’interno del browser. Consiste in tre componenti indipendenti: getUserMedia che fornisce l’accesso alla webcam e al microfono, PeerConnection che configura una le chiamate con la possibilità di passare attraverso NAT o firewall e DataChannels che stabilisce una comunicazione dati peer-to-peer tra i browser.

Quanto reso possibile dalle ultime versioni di Chrome su PC e notebook, viene ora messo a disposizione anche di smartphone e tablet. Grazie a questo gli utenti potranno comunicare tra loro in video chat senza bisogno di installare alcun plugin aggiuntivo. Altre migliorie introdotte riguardano un aumento delle prestazioni, con la conseguente diminuzione del tempo di attesa necessario per il caricamento delle pagine. Il changelog ufficiale, infine, cita anche numerose correzioni relative alla stabilità dell’applicazione.

Tornando a WebRTC (Web Real-Time Communication per esteso), si tratta della stessa tecnologia che ha permesso di recente di assistere al lancio di alcuni Chrome Experiments. Uno di questi è Cube Slam, riedizione del tradizionale PONG in cui i giocatori si sfidano in multiplayer in un vero e proprio faccia a faccia, con i rispettivi volti catturati dalla webcam integrata nel proprio computer e mostrati all’interno dei livelli. Come sempre accade, tutte le migliorie apportate a Chrome Beta vengono successivamente trasferite alla versione “stable” del software.

Fonte: The Chromium Blog • Notizie su: ,