QR code per la pagina originale

Mac e MacBook, vendite in calo negli USA

Nell'ultimo trimestre s'è verificato un calo nelle vendite statunitensi dei Mac e MacBook, nonostante l'arrivo dei nuovi MacBook Air basati su Haswell.

,

Nonostante Apple abbia lanciato di recente i nuovi MacBook Air basati sul processore Haswell di Intel, le vendite dei Mac hanno subito una flessione negli USA. Nell’ultimo trimestre sono infatti calate del 5% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno.

È quanto si apprende da un nuovo report pubblicato da Gene Munster, analista di Piper Jaffray. Durante lo stesso trimestre del 2012, Apple aveva presentato due MacBook Air aggiornati e il nuovo MacBook Pro Retina, pertanto la performance negativa dei Mac degli ultimi tre mesi negli Stati Uniti potrebbe esser stata influenzata dalla mancanza di un aggiornamento della linea MacBook Pro.

Munster osserva che «ci aspettavamo un miglioramento nelle vendite dei Mac nel mese di giugno, dovute ai MacBook Air aggiornati alla WWDC; tuttavia, le unità dei Mac sono in ribasso del 12% su base annua nel mese di giugno, secondo NPD. Basandoci sulle differenze tra i dati NPD e le vendite dichiarate da Apple nei mesi scorsi, notiamo che sta diventando sempre più complicato trarre conclusioni dai dati NPD».

Secondo l’analista, le vendite dei Mac continueranno ad essere cannibalizzate dagli iPad e anche nel prossimo trimestre fiscale – che si è concluso a giugno – si verificherà un calo del 5%. V’è comunque da sottolineare che i Mac rappresentano attualmente solo il 15% degli introiti generati in quel di Cupertino.

Brutte notizie anche sul fronte iPod, con i più recenti dati di NPD che riportano vendite in declino del 23% su base globale. L’impatto sulle entrate di Apple sarà minimo anche in questo caso, dato che i lettori multimediali con la mela morsicata valgono appena il 2% del fatturato di Apple.

Galleria di immagini: Apple MacBook Air 2012