QR code per la pagina originale

Steve Ballmer si ritira, Microsoft cerca un nuovo CEO

Dopo circa 33 anni, di cui 13 come CEO, Steve Ballmer ha deciso di lasciare Microsoft. Il suo successore verrà nominato nei prossimi 12 mesi.

,

Da Redmond arriva una clamorosa notizia: Microsoft ha annunciato che Steve Ballmer andrà in pensione e lascerà l’azienda. Il CEO resterà in carica finché non verrà nominato il suo successore e ciò avverrà entro i prossimi 12 mesi. Nel frattempo, Ballmer continuerà a guidare la società lungo il processo di trasformazione da software house ad azienda di dispositivi e servizi. Il suo sostituto sarà nominato da uno speciale comitato che esaminerà sia candidati interni che esterni.

Steve Ballmer ha iniziato a lavorare per Microsoft nel 1980. Nel 2000 è diventato CEO (Chief Executive Officer), dopo aver ricoperto i ruoli di vice presidente del settore vendite e supporto, vice presidente della divisione software e vice presidente della divisione marketing. Sotto la sua guida sono stati annunciati numerosi software, servizi e prodotti (Windows XP/7/8, Windows Phone 7/8, SkyDrive, Outlook.com, Surface RT/Pro, Xbox 360/One, ecc.) ed effettuate diverse acquisizioni, la più importante delle quali è sicuramente Skype.

Approfondimento
Successi e flop dell’era Ballmer

Dal 2000 ad oggi, Microsoft ha triplicato il fatturato e raddoppiato i profitti. Questa è la prima dichiarazione rilasciata da Ballmer:

Non c’è mai un momento perfetto per questo tipo di transizione, ma ora è il momento giusto. Abbiamo avviato una nuova strategia con una nuova organizzazione e abbiamo uno straordinario team di leader. Il mio pensiero originale sulla tempistica era il ritiro nel bel mezzo della trasformazione della nostra azienda in una società di dispositivi e servizi. Abbiamo bisogno di un amministratore delegato che sarà qui più a lungo termine per questa nuova direzione.

Una email di addio è stata inviata a tutti i dipendenti. Ecco un estratto della lettera di commiato:

Microsoft è un posto straordinario. Amo questa azienda. Amo il modo in cui abbiamo contribuito ad inventare e rendere popolare l’informatica e il PC. Amo la grandezza e l’audacia delle nostre scommesse. Amo la nostra gente e il loro talento e la nostra volontà di accettare e abbracciare le loro capacità, inclusi i loro capricci. Amo il modo in cui ci abbracciamo e lavoriamo con le altre società per cambiare il mondo e avere successo insieme. Amo l’ampiezza e la diversità dei nostri clienti, dai consumatore alle imprese di tutti i settori e i paesi, e le persone di tutte le provenienze e le fasce di età.

Questa è una cosa emotiva e difficile da fare per me. Compio questo passo nell’interesse della società che io amo. Microsoft ha un futuro roseo davanti a sé. So che siete parte della migliore squadra del settore e avete le risorse tecnologiche giuste. Non possiamo e non vogliamo perdere un colpo in questa transizione. Sono concentrato e so di poter contare su tutti voi per fare altrettanto. Rendiamoci orgogliosi di noi stessi.

La notizia del ritiro è sicuramente inaspettata, anche se alcuni investitori hanno in passato accusato Ballmer di non saper sfruttare le occasioni giuste per entrare in nuovi mercati, in particolare del settore mobile. La decisione è stata presa in modo autonomo o qualcuno gli ha chiesto di lasciare l’azienda? Probabilmente Ballmer aveva già pianificato l’addio da molto tempo, ma è probabile che lo scarso successo di Windows 8 e dei Surface abbiamo accelerato in qualche modo la sua scelta. Microsoft si avvia quindi verso una nuova fase e la trasformazione verrà portata a termine da un nuovo CEO.

Fonte: Microsoft • Via: Microsoft • Immagine: Masaru Kamikura • Notizie su: ,