QR code per la pagina originale

Spotify Connect, per lo streaming musicale in casa

Spotify Connect è una tecnologia per lo streaming musicale in ambito domestico, che si avvale della collaborazione di realtà come Bang & Olufsen e Philips.

,

Accedere alla propria musica preferita ovunque, in ufficio come in automobile, durante una passeggiata e nella propria abitazione. Le tecnologie odierne permettono di riprodurre brani, album o playlist anche senza aver mai acquistato il CD o la versione digitale delle canzoni, grazie allo streaming. L’ascolto da piattaforme cloud tramite l’impianto hi-fi o sugli altoparlanti di casa non è però sempre così semplice, a meno di non affidarsi a prodotti compatibili con lo standard Bluetooth oppure a connessioni cablate.

Spotify Connect è il progetto presentato oggi dall’azienda svedese, che ha come obiettivo proprio quello di semplificare l’accesso alla propria discografia online tramite qualunque dispositivo. Non si tratta di una nuova applicazione o di una funzionalità inedita offerta dal servizio, bensì di una partnership siglata con alcune delle più importanti realtà al mondo legato alla produzione di casse e impianti audio, come Argon, Bang & Olufsen, Denon, Marantz, Philips, Pioneer, Revo, Teufel e Yamaha. I device compatibili con la tecnologia, in arrivo sul mercato nel corso dell’autunno, saranno contrassegnati da un apposito logo sulla confezione.

Siete appena entrati in casa, ascoltando la vostra playlist preferita sullo smartphone. Con Spotify Connect, basta premere il pulsante Play sugli altoparlanti in salotto e immediatamente la musica viene emessa dall’impianto, proprio dallo stesso punto dello stesso brano. Così non perderete neanche un passaggio. A questo punto sarà possibile controllare la riproduzione dal tablet, comodamente seduti sul divano, oppure trasferire lo streaming all’iPod touch posizionato nella docking station in cucina. 

Uno dei punti di forza che differenzieranno Spotify Connect dall’utilizzo del Bluetooth per lo streaming dei brani è rappresentato dalla possibilità di effettuare telefonate o eseguire applicazioni senza interrompere l’ascolto, oltre che dal non pesare in alcun modo sull’autonomia del dispositivo. La soluzione ricorda il funzionamento di Chromecast, dongle per la TV presentato a fine luglio da Google, ma è dedicata a chi proprio non può fare a meno della propria musica preferita. Il gruppo ha annunciato anche l’arrivo di un aggiornamento per le app iOS, Android e desktop.

Fonte: Engadget • Notizie su: ,