QR code per la pagina originale

Google pensa a un logo “flat”? (update)

Possibile restyling in arrivo per il logo di Google: ecco la nuova versione, scovata nell'APK del browser Chrome Beta destinato ai dispositivi Android.

,

Analizzando i file APK delle applicazioni ufficiali Google spesso si possono scoprire dettagli su quelle che saranno le future novità introdotte nei propri software o servizi da parte del motore di ricerca. È accaduto anche con l’ultima versione del browser Chrome Beta, che all’analisi attenta della redazione di Ars Technica (in gergo “teardown”) ha svelato un’immagine particolarmente interessante: ecco, allegato di seguito, quello che potrebbe essere il futuro logo di bigG.

Confrontandolo con quello attuale balza subito all’occhio la totale assenza di elementi tridimensionali in rilievo e ombreggiature. Un restyling che, se confermato, conferirebbe alla homepage di Google un design ancora più pulito e leggero, in linea con quello adottato nell’ultimo periodo da numerosi protagonisti del Web. Ovviamente al momento non ci sono conferme ufficiali, ma i tempi potrebbero essere maturi per un ritocco del logo, rimasto invariato dalle modifiche apportate nel maggio 2010. Negli ultimi tre anni sono cambiate molte cose nel business del gruppo: dal lancio del social network G+ all’introduzione di Drive, fino ad arrivare alla conquista del settore mobile da parte dell’ecosistema Android.

L'attuale logo di Google (a sinistra) e quello "flat" dopo il restyling (a destra)

L’attuale logo di Google (a sinistra) e quello “flat” dopo il restyling (a destra) (immagine: Ars Technica).

Di recente un’altra realtà importante del panorama online ha scelto di rinnovare il proprio logo: si tratta di Yahoo!, che nei giorni scorsi ha presentato in via ufficiale quella che in futuro sarà la propria immagine rappresentativa. Un cambiamento accolto non proprio a braccia aperte da parte dell’utenza, che ha criticato la scelta di uno “stile 3D”, messa in campo proprio quando tutto il resto del Web sembra optare per design minimalisti e flat. Google compreso.

Aggiornamento: una fonte ritenuta affidabile dalla redazione di The Verge riferisce che non si tratta di un nuovo logo, ma solamente di una versione utilizzata laddove quella ufficiale non può essere visualizzata al meglio.

Fonte: Ars Technica • Notizie su: