QR code per la pagina originale

GameStick, il rivale di OUYA arriverà in ottobre

PlayJam annuncia l'arrivo della propria micro-console Android per la fine di ottobre: GameStick costerà 79,99 euro, molto meno rispetto al rivale OUYA.

,

Dopo OUYA, un’altra piattaforma videoludica basata sul sistema operativo Android sta per affacciarsi sul mercato. Si parla di GameStick, progetto annunciato da PlayJam all’inizio dell’anno, che farà il suo debutto ufficiale in Europa il 29 ottobre, con qualche mese di ritardo rispetto alla tabella di marca prevista inizialmente. Dal sito ufficiale arrivano conferme anche per quanto riguarda il prezzo di vendita: 79,99 euro, di gran lunga inferiore rispetto al concorrente.

Saranno gli store online Amazon, GAME e GameStop ad occuparsi della commercializzazione, almeno in un primo momento, per quello che a conti fatti (soprattutto dal punto di vista estetico) somiglia più a un dispositivo come Chromecast piuttosto che a una console vera e propria. Le dimensioni sono paragonabili a quelle di una tradizionale pendrive USB, dunque si tratta di un prodotto che punta tutto sulla portabilità. In altre parole, ovunque ci sia un televisore, GameStick è pronto a far divertire grazie ad un catalogo di giochi in continua espansione. All’interno trovano posto 1 GB di RAM DDR3 e 8 GB di memoria per il salvataggio dei file.

La sfida di portare un dispositivo per il gaming sul grande schermo è sempre stata una priorità per tutti noi e GameStick rappresenta un passo importante nel raggiungimento di questo obiettivo. Siamo molto orgogliosi di quanto fatto e non vediamo l’ora che le famiglie possano mettere le mani sul device, in tempo per Natale.

Queste le parole di Jasper Smith, a capo del team PlayJam. Al momento risulta difficile prevederne il successo, ma di certo il mobile gaming ha conquistato una fetta importante di utenza negli ultimi anni, tanto da rosicchiare quote di mercato alle piattaforme portatili più tradizionali come quelle Sony e Nintendo. I giochi su Android e iOS rappresentano oggi la categoria maggiormente redditizia per gli sviluppatori di entrambe le piattaforme. Per questo sono in molti a puntare su progetti di questo tipo.

Fonte: CVG • Notizie su: ,