QR code per la pagina originale

Windows XP, il più amato dai comunisti

In otto stati Windows XP è il sistema operativo più diffuso. Tra di essi ci sono Cina, Cuba, Corea del Nord e Vietnam.

,

Nonostante Microsoft continui a sollecitare il passaggio ad un sistema operativo più moderno – Windows 7 o Windows 8 – la diffusione di Windows XP nel mondo è ancora superiore al 30%. Su oltre un terzo dei computer di utenti e aziende è installato un prodotto di 12 anni fa che non integra le moderne tecnologie e che quindi rappresenta un serio pericolo per la sicurezza. La situazione potrebbe aggravarsi ad aprile 2014, quando non verranno più rilasciate le patch. StatCounter ha rilevato che Windows XP è il sistema operativo più usato in otto paesi.

In base ai dati pubblicati da Net Applications, il suo market share ad agosto è pari al 33,66%, il 3,53% in meno rispetto al mese precedente. Il trend quindi ha un andamento decrescente, ma la velocità di abbandono di Windows XP non è molto elevata. Secondo StatCounter, invece, la quota di mercato è del 20,58%. La differenza tra i due valori dipende dal modo in cui sono effettuate le rilevazioni. La statistica interessante è quella che confronta la diffusione di Windows XP con quella di Windows 7. Attualmente, nel mondo ci sono otto paesi in cui Windows XP occupa il primo posto della classifica. Curiosamente, il 50% di essi sono governati dal Partito Comunista:

  • Cina – 54,79%
  • Isole Cook – 72,14%
  • Cuba – 52,93%
  • Eritrea – 58,25%
  • Corea del Nord – 61,47%
  • Marocco – 44,66%
  • Isola Norfolk – 70,18%
  • Vietnam – 44,33%

Considerando il numero di abitanti, il dato che preoccupa di più è quello della Cina, che tra l’altro è anche il paese con la maggiore diffusione di Internet Explorer 6. Circa due anni fan, Steve Ballmer dichiarò che il 90% delle copie del sistema operativo sono illegittime. La pirateria, insieme al costo delle licenze di Windows 7 e Windows 8, potrebbe essere il motivo principale per cui gli utenti cinesi non vogliono abbandonare Windows XP.

StatCounter ha comunicato anche l’elenco dei paesi in cui Windows 7 è più diffuso, ma Windows XP possiede ancora un market share superiore al 30%. Rimanendo nelle vicinanze dell’Italia, spicca il 43% della Città del Vaticano. Probabilmente nel piccolo stato cattolico non c’è nulla da nascondere agli occhi degli hacker.