QR code per la pagina originale

Chrome, novità in vista per la Nuova Scheda

È il solito François Beaufort a svelare una delle prossime novità in arrivo per Chrome: si tratta di un completo restyling per la pagina Nuova Scheda.

,

Ancora novità in arrivo per Chrome. La versione desktop del browser di Mountain View è pronta ad accogliere un completo restyling per quanto riguarda la pagina Nuova Scheda, ovvero quella che molti utenti visualizzano non appena avviato il software (“Impostazioni”, “All’avvio”, “Apri la pagina Nuova Scheda”). A parlarne è ancora una volta François Beaufort, da lungo tempo appassionato del mondo Google e da qualche mese assunto ufficialmente dal gruppo californiano con il ruolo di Chromium Evangelist.

Il francese ha pubblicato sul profilo G+ uno screenshot che illustra le novità. La prima che balza all’occhio è l’inclusione della barra di ricerca, che va sostanzialmente a replicare quella presente sulla homepage del motore e le funzionalità dell’omnibox. In altre parole, l’utente avrà a disposizione un’altra strada per trovare contenuti sul Web non appena avviato Chrome. Diminuiscono inoltre le dimensioni dei riquadri contenenti le anteprime delle pagine più visitate, posizionate nella parte inferiore della schermata. Il loro numero resta pari a otto, ma la disposizione nell’interfaccia subisce un notevole cambiamento.

Ecco l'aspetto che avrà la pagina Nuova Scheda nelle prossime release di Chrome

Ecco l’aspetto che avrà la pagina Nuova Scheda nelle prossime release di Chrome

Non è tutto: i più attenti avranno notato anche l’utilizzo del logo “flat” avvistato nelle ultime settimane. Il gruppo di Mountain View ha smentito ufficialmente l’intenzione di utilizzarlo per tutti i propri servizi, software e piattaforme, ma stando ai numerosi indizi trapelati in Rete sembra molto probabile che sarà così. Ancora, scompaiono del tutto ombreggiature ed effetti 3D.

L’immagine allegata è relativa all’ultima build di Chromium, dunque potrebbe essere necessario diverso tempo prima di assistere all’integrazione delle novità nella versione “stable” del browser, ora giunta alla release 29. L’ipotesi più probabile è dunque quella che porterebbe Google verso una svolta in chiave minimalista: anche la veste inedita del motore di ricerca avvistata da alcuni utenti nei giorni scorsi punta in questa direzione.