QR code per la pagina originale

Google Glass, tre inviti per ogni Explorer

Chi è in possesso della Explorer Edition di Google Glass potrà far provare gli occhiali per la realtà aumentata a tre amici: ecco i requisiti richiesti.

,

A fine luglio una notizia che ha fatto ben sperare sulla futura commercializzazione di Google Glass. Il team di Mountain View ha scritto a tutti coloro in possesso della Explorer Edition, autorizzandoli ad invitare un amico nel programma. L’obiettivo è chiaro: ampliare il bacino d’utenza per raccogliere ancora più feedback sul dispositivo, in modo da perfezionarne il funzionamento in vista del lancio ufficiale sul mercato, che potrebbe avvenire entro la prossima primavera.

L’iniziativa sembra aver ottenuto l’esito sperato, tanto che bigG è tornata a parlarne oggi, ampliando il numero di inviti per ogni sviluppatore da uno a tre. In altre parole, chi si trova fra le mani un paio di Google Glass può condividere l’esperienza con altre persone. Purtroppo, uno dei requisiti richiesti dal motore di ricerca fa riferimento alla residenza: bisogna per forza di cose fornire un indirizzo USA.

Adoriamo mostrare Glass ai nostri amici. Ci siamo perfezionati con “Ok Glass, scatta una foto”, in modo da essere immortalati sorridenti e con un aspetto chic. Beh, forse non entrambe le cose insieme. Ancora di più, ci piace condividere Glass con gli amici perché le avventure con il dispositivo sono più divertenti se vissute con altri. Avete al possibilità di invitare fino a tre persone nel Glass Explorer Program, compilando questo modulo entro sette giorni.

  • Essere residenti negli Stati Uniti;
  • avere 18 anni o più;
  • acquistare Glass;
  • fornire un indirizzo americano oppure poter prelevare il dispositivo a New York, San Francisco o Los Angeles.

Questi i requisiti richiesti per entrare in possesso di Google Glass con l’invito di chi già fa parte del programma Explorer. Gli italiani sono dunque tagliati fuori, almeno per il momento. Tutto lascia comunque intendere che il lancio sul mercato degli occhiali sia ormai solo una questione di tempo. Restano dubbi sul design definitivo, come emerso anche da un brevetto scovato ieri in Rete.