QR code per la pagina originale

Kinect per Windows: SDK 1.8 con nuove feature

Il nuovo SDK di Kinect per Windows permette di creare un effetto green screen, mediante la rimozione dello sfondo alle spalle della persona inquadrata.

,

Microsoft ha annunciato la disponibilità di una nuova versione del kit di sviluppo che permette di realizzare applicazioni specifiche per Kinect per Windows. Con SDK 1.8, il quarto upgrade in un anno e mezzo, Microsoft ha introdotto diverse funzionalità richieste dalla comunità degli sviluppatori: rimozione dello sfondo, cattura realistica dei colori e migliore tracciamento della scena. Inoltre, sono stati aggiunti tre sample che mostra come implementare pulsanti HTML5, come usare due sensori in contemporanea e come realizzare un’interfaccia utente adattativa.

Kinect per Windows SDK 1.8 include una nuova API che permette di rimuovere lo sfondo dietro l’utente attivo per sostituirlo con uno artificiale. L’effetto green screen può essere utilizzato nell’advertising, nei giochi di realtà aumentata o nelle simulazioni. La nuova API Kinect Fusion invece effettua la scansione del colore della scena, insieme all’informazione sulla profondità. Il modello 3D risultante può essere usato per la stampa 3D o per creare oggetti da inserire dei giochi. Questa funzionalità potrà essere sfruttata con Windows 8.1.

La funzionalità che permette di rimuovere e sostituire lo sfondo alle spalle di una persona.

La funzionalità che permette di rimuovere e sostituire lo sfondo alle spalle di una persona.

Microsoft ha aggiornato inoltre l’algoritmo di tracciamento. Kinect riesce a seguire il soggetto ed effettuare una scansione più precisa, anche in movimento. Un nuovo sample incluso nel kit di sviluppo mostra come implementare i pulsanti Kinect-enabled e altri elementi HTML5 dell’interfaccia utente. Lo sviluppatore potrà usare qualsiasi linguaggio di programmazione per integrare Kinect per Windows nelle applicazioni esistenti.

Un secondo sample dimostra come effettuare la scansione utilizzando due sensori. In questo modo, sarà possibile costruire un modello 3D, senza muovere Kinect intorno all’oggetto o alla persona. L’ultimo sample mostra come sviluppare un’applicazione che adatta la sua UI, in base alla distanza tra l’utente e lo schermo. Ad esempio, l’interfaccia touch varia in funzione dell’altezza e della posizione dell’utente, agevolando l’interazione con gli schermi di grandi dimensioni.

Fonte: Microsoft • Notizie su: ,