QR code per la pagina originale

Verizon raddoppia la velocità della rete in fibra

Verizon ha concluso con successo un test sulla tecnologia 200G, utilizzando la stessa infrastruttura di rete esistente e coprendo una distanza di 420 Km.

,

Verizon ha completato con successo la prova sul campo per la tecnologia 200G, dimostrando di riuscire a raddoppiare la capacità della fibra ottica sulla propria rete Ultra-Long-Haul che collega New York a Boston. La possibilità di incrementare la velocità di trasmissione, utilizzando lo stesso hardware attuale, comporta notevoli risparmi in termini di costi infrastrutturali. Il risultato è stato ottenuto mediante un particolare software impiegato per la configurazione di un ricevitore ottico.

Il test ha comportato il trasferimento di traffico a una distanza di circa 420 km, confermando la possibilità di raddoppiare l’efficienza spettrale e ridurre il costo per bit rispetto alla tecnologia 100G, la più veloce disponibile in questo momento sulla rete Verizon. Questa tecnologia avanzata permetterà all’operatore statunitense di affrontare la notevole crescita del traffico dovuto allo streaming video e all’utilizzo del cloud.

Per effettuare la prova, i tecnici di Verizon hanno utilizzato il medesimo hardware che supporta attualmente il traffico Ultra-Long-Haul 100G, in combinazione con software di pre-produzione per la configurazione di un ricevitore ottico coerente Ciena Wavelogic3. La tecnologia ottica coerente riduce l’amplificazione necessaria a inviare un segnale ottico aumentando la distanza alla quale può essere trasmesso, senza ulteriore degrado della qualità. Il test si è avvalso della tecnica 16QAM (modulazione di ampiezza in quadratura a 16 livelli) su un’unica lunghezza d’onda con la tradizionale separazione di canale a 50 GHz per aumentare il volume di traffico trasportato. La tecnologia 16QAM raddoppia il numero di bit per lunghezza d’onda, consentendo la codifica di una quantità doppia di dati rispetto alla tecnologia 100G standard.

La trasmissione su rete 200G è stata effettuata per oltre un mese su un sistema ottico Ultra-Long-Haul di Verizon senza impattare sul traffico effettivo dei clienti trasportato sulla medesima rete, convalidando così questa tecnologia all’interno di un ambiente operativo.

Ed Chan, Vice President of Network Technology di Verizon, ha dichiarato:

Verizon continua a essere all’avanguardia nella ricerca sulle tecnologie di nuova generazione e sta potenziando la propria rete per affrontare al meglio le esigenze future dei propri clienti business e consumer.

La tecnologia a banda larga continua ad evolvere rapidamente con significativi progressi compiuti nell’ultimo decennio. Verizon è un leader nella tecnologia ad alto bit rate ed è stato il primo provider mondiale ad adottare la tecnologia 100G su una tratta UHL nel 2009. Chissà quando vedremo questa tecnologia anche in Italia.