QR code per la pagina originale

Il region-lock anche su Galaxy S4, S3 e Note 2

Oltre al Galaxy Note 3, Samsung ha imposto un blocco regionale sui Galaxy S4, S4 mini, Galaxy S3 e Galaxy Note 2. Non si potrà usare una SIM non europea.

,

Il region-lock appena scoperto sul Galaxy Note 3 non riguarda unicamente tale dispositivo, ma la maggior parte degli smartphone top di gamma di Samsung, incluso il Galaxy S3, Galaxy S4, Galaxy S4 mini e Galaxy Note 2. La limitazione è stata confermata dalla casa sudcoreana in un comunicato inviato ad All About Samsung, in seguito al report condiviso nelle scorse ore riguardante il nuovo Note 3.

Le limitazioni geografiche coprono dunque la fascia alta Android di Samsung, e sono state applicate ai modelli prodotti a partire dalla fine del mese di luglio 2013. In queste unità dovrebbe infatti esser presente una etichetta utile a indicare che è appunto stato implementato un blocco regionale. Secondo quanto dichiarato dal produttore, i dispositivi region-locked acquistati in Europa potranno essere utilizzati nei seguenti Paesi:

  • Paesi dell’area economica europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Regno Unito, Svizzera, Croazia;
  • altri Paesi: Albania, Andorra, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Macedonia, Montenegro, San Marino, Serbia e Città del Vaticano.

Esiste un’unica eccezione a tale regola. Chi desidera acquistare un dispositivo in Europa e successivamente utilizzarlo in un altro territorio, dovrà prestare attenzione a non attivare una SIM card europea. Successivamente sarà necessario recarsi in un centro di assistenza partner di Samsung, che provvederà a sbloccare gratuitamente il device.

A ogni modo, la limitazione imposta da Samsung può rappresentare un grosso problema per coloro i quali viaggiano al di fuori del Vecchio Continente, dato che il region-lock impedisce di usare una scheda SIM estera. Saranno di conseguenza costretti a utilizzare unicamente la SIM europea e a pagare le (care) tariffe di roaming internazionale applicate dagli operatori telefonici di appartenenza.