QR code per la pagina originale

I limiti USA del concorso KitKat – Google Play

Il concorso che mette in palio il tablet Nexus 7 e buoni Google Play in Italia è "migliore" rispetto a quello negli USA: da noi nessun limite alle vincite.

,

La partnership siglata tra Google e Nestlé, che già nelle prossime settimane dovrebbe portare al lancio di Android 4.4 KitKat, è già oggetto di un concorso alquanto singolare: acquista uno snack, vinci un tablet Nexus 7 o un buono da spendere sullo store Google Play. Se ne è parlato nel corso del mese, ma i dettagli che arrivano oggi da alcuni utenti d’oltreoceano fanno capire come, per una volta, il nostro paese non sia tra quelli penalizzati dall’iniziativa.

Come è possibile leggere nel file PDF che riassume il regolamento, dal 9 settembre al 28 dicembre 2013 è possibile scartare uno snack KitKat e vincere un tablet Nexus 7 a settimana, oppure uno degli 800 crediti (da 5 euro cadauno) messi in palio. Da noi non ci sono limitazioni di sorta, mentre negli Stati Uniti un utente può vincere solamente uno dei premi. Ecco la testimonianza riportata da Steph Kirby sul social network Google+.

A quanto pare ho finito di comprare KitKat e, se anche voi siete tra quelli che hanno già vinto il credito da 5 dollari ma che ancora comprano gli snack per vincere il Nexus 7, dovreste smettere. Ho riscontrato problemi nell’inserire i codici, così ho scritto allo staff via email. Questo è ciò che mi hanno risposto.

La risposta fornita parla chiaro: un solo premio per ogni account, niente di più. Dunque, se negli Stati Uniti si dovesse prima riscattare il buono da 5 dollari su Google Play e poi vincere un Nexus 7 acquistando una nuova barretta al cioccolato, questa non potrebbe più essere richiesta dalla stessa persona. Nulla impedirebbe comunque all’acquirente di cedere l’incarto a un amico o familiare per mettere lo stesso le mani sul tablet. Si ricorda che il concorso è valido nel nostro paese per i soli maggiorenni e che i crediti dovranno essere riscattati entro il 31 gennaio 2014, per poi essere utilizzati nei dodici mesi successivi.