QR code per la pagina originale

Google Drive, novità per l’interfaccia

Novità per l'interfaccia degli editor offerti da Google Drive: il gruppo ridisegna l'intestazione degli tool, per dare sempre maggiore spazio ai contenuti.

,

Il gruppo di Mountain View è costantemente impegnato per migliorare le proprie piattaforme e i servizi offerti all’utenza, sia dal punto di vista delle funzionalità che per quanto riguarda l’aspetto estetico. Lo dimostra ad esempio il recente annuncio relativo al restyling di logo e homepage. Oggi tocca invece a Google Drive, che come spiegato con un post comparso poco fa sulle pagine del blog ufficiale accoglie qualche modifica all’interfaccia degli editor.

L’obiettivo è quello di semplificare ancor di più la UI nel suo complesso, attribuendo maggiore spazio (e quindi maggiore importanza ai contenuti). La prima cosa che balza all’occhio è l’impiego di un’icona colorata posizionata nell’angolo superiore sinistro della schermata, utile anche per tornare alla pagina principale del servizio dove sono elencati tutti i file ospitati nel proprio spazio.

A partire da oggi, tutto diventa più pulito e colorato per Documenti, Presentazioni, Fogli di lavoro, Disegni, Moduli e Script. Per prima cosa, noterete che ogni editor ha la propria icona mostrata nell’intestazione, che funge anche da link per tornare a tutti i file ospitati su Drive. Inoltre, l’header è più compatto e meglio organizzato, in modo da aiutarvi a focalizzare l’attenzione su ciò che interessa maggiormente: i vostri contenuti.

Le modifiche introdotte oggi all'interfaccia di Google Drive

Le modifiche introdotte oggi all’interfaccia di Google Drive

Al contrario di quanto accade solitamente, la novità sembra già aver raggiunto gli utenti in tutti i territori: in altre parole, nessun rollout graduale, ma un lancio in contemporanea ovunque. Non è dato inoltre a sapere se modifiche all’interfaccia sono in arrivo anche per l’applicazione ufficiale della piattaforma dedicata a smartphone e tablet. Anche Google Drive prosegue dunque nel suo percorso evolutivo, ad un anno e mezzo circa dal lancio. In questo periodo il servizio ha accolto parecchie novità, una su tutte il tool per salvare appunti e annotazioni Google Keep.

Fonte: Google Drive Blog • Notizie su: