QR code per la pagina originale

YouTube Music Awards, live il 3 novembre

Lady Gaga, Eminem, Arcade Fire, Lindsey Stirling e CDZA saranno tra i protagonisti sul palco dei YouTube Music Awards per la prima edizione dello show.

,

YouTube non è solamente la piattaforma di video sharing più utilizzata al mondo, ma anche un veicolo efficace per cercare, ascoltare e condividere la propria musica preferita. Ne hanno capito le potenzialità personaggi come PSY, reso celebre in tutto il pianeta grazie all’oltre miliardo di click sul filmato di “Gangnam Style”. Google annuncia la prima edizione dei YouTube Music Awards, uno show in cui saranno direttamente gli appassionati a decretare i vincitori.

Domenica 3 novembre YouTube ospiterà la prima edizione dei YouTube Music Awards, un evento in live streaming che celebra gli artisti e le canzoni trasformate in hit dagli utenti nel corso dell’anno. Lady Gaga, Eminem e gli Arcade Fire si uniranno ad altri celebri musicisti e ad alcune delle più importanti star su YouTube, come Lindsey Stirling e CDZA, con performance musicali e collaborazioni da Seoul, Mosca, London e Rio, che culmineranno con un’esibizione a New York.

Il 17 ottobre saranno svelate le nomination, sulla base dei video più guardati e condivisi nel corso dell’anno. Da allora chiunque potrà esprimere la propria preferenza, attraverso un sistema di voto che lascerà da parte giurie o esperti dell’industria discografica per dare voce solo ed esclusivamente al popolo del Web.

Nei giorni che porteranno all’esibizione del 3 novembre saranno messi in evidenza video ufficiali, cover, parodie, interi concerti, interviste e filmati realizzati dai fan, attraverso gli appositi canali su YouTube. Una sorta di contest organizzato e gestito interamente in Rete, in pieno stile 2.0, che mette dunque in luce il legame sempre più stretto fra la piattaforma di Google e il mondo della musica. A condurre l’evento YouTube Music Awards sarà l’attore e batterista statunitense Jason Schwartzman (protagonista nel video allegato), fondatore nella seconda metà degli anni ’90 della rock band Phantom Planet.

Fonte: YouTube Official Blog • Notizie su: ,