QR code per la pagina originale

Hangouts, presto il supporto per SMS e MMS?

Il prossimo aggiornamento dell'applicazione Hangouts potrebbe introdurre il supporto per la gestione di messaggi SMS e MMS

,

Sulle pagine del sito Android Police sono stati pubblicate due immagini (visibili di seguito) che mostrano la novità più importante tra quelle introdotte con l’aggiornamento dell’applicazione Hangouts alla versione 1.3. Si tratta del supporto alla gestione di messaggi SMS e MMS, chiesta a gran voce dagli utenti fin dal lancio avvenuto nel maggio scorso. Al momento non è ancora dato a sapere quando avverrà il rilascio dell’update, forse fissato in concomitanza con quello di Android 4.4 KitKat.

Google non è ovviamente intervenuta per confermare o smentire l’indiscrezione, dunque il tutto va preso con le pinze. Sempre prendendo in considerazione la voce di corridoio, un’altra funzionalità inedita del software potrebbe essere quella relativa alla condivisione dei file video direttamente all’interno dell’app, mentre per effettuare chiamate vocali bisognerà attendere oltre. Tornando alla messaggistica, il testo scambiato tramite SMS verrà contraddistinto all’interno delle conversazioni tramite un’apposita etichetta (primo screenshot), in modo da differenziarlo visivamente agli occhi degli utenti. Nell’immagine di destra, inoltre, si vede chiaramente l’opzione che permette di recuperare i messaggi in roaming.

Screenshot per l'applicazione Hangouts, che mostrano l'integrazione di SMS e MMS

Screenshot per l’applicazione Hangouts, che mostrano l’integrazione di SMS e MMS (immagine: Android Police).

A questo punto il futuro dell’applicazione Messaggi, da molto tempo impiegata sugli smartphone Android per la gestione di SMS e MMS, è in dubbio. La fonte del rumor odierno sostiene che potrebbe essere rimpiazzata da Hangouts, almeno sui dispositivi della linea Nexus. Una decisione che potrebbe incontrare il malcontento degli utenti, abituati da anni a scambiare messaggi testuali attraverso l’app predefinita. Per loro ci sarebbe comunque la possibilità di affidarsi ad un software third party: sullo store Google Play se ne trovano numerose, anche gratuite e ricche di funzionalità aggiuntive. Non resta dunque che attendere le prossime evoluzioni della vicenda, che potrebbero arrivare già entro la fine del mese in corso.

Fonte: Android Police • Notizie su: