QR code per la pagina originale

Intel: tablet, portatili e ibridi low cost a breve

Il CEO di Intel annuncia: entro un mese circa arriveranno tanti tablet da 99 dollari, computer portatili da 299 dollari con Haswell e ibridi tablet-laptop.

,

Intel si prepara a una grande e redditizia stagione natalizia poiché i produttori di hardware andranno a rilasciare numerosi dispositivi dotati dei processori Intel Haswell e Bay Trail. Nello specifico, arriveranno tablet da 99 dollari, computer portatili da 299 dollari basati sulla tecnologia Haswell e ibridi tablet-laptop 2-in-1, che saranno in vendita a 349 dollari.

Lo ha dichiarato il CEO di Intel Brian Krzanich durante la conference call svolta nelle scorse ore per annunciare i risultati finanziari della nota azienda. Per quanto riguarda i device basati sul chip Bay Trail, verranno introdotti sul mercato dagli otto ai dieci modelli a un prezzo davvero competitivo, ovvero a meno di 300 dollari.

I notebook con schermo touch e con in dotazione i processori della linea Haswell garantiranno diversi vantaggi secondo Intel, tra cui il doppio della capacità grafica e una migliore durata della batteria – pari al 50% – rispetto alle tecnologie precedenti. Grazie a tali caratteristiche cardine e a un prezzo al pubblico decisamente basso, Intel crede che possano riscontrare un gran successo nel mercato e meglio competere con i tablet di nuova generazione, che ormai da diverso tempo hanno mandato in grave crisi il segmento dei PC.

I primi tablet Bay Trail, già annunciati però dai rispettivi produttori (Dell, Toshiba, Asus e HP), eseguono Windows 8.1 e partono da 299 dollari, ma entro il week end del Ringraziamento si vedrà il debutto di nuove tavolette digitali basate su Android, maggiormente low-cost. Intel riconosce l’importanza del mercato dei tablet e sottolinea come la propria azienda abbia bisogno di accelerare una crescita in tale segmento, così da recuperare le scarse vendite del mercato PC.

Infine, Krzanich ha annunciato il ritardo di un trimestre sull’avvio della produzione di Broadwell, il primo processore realizzato a 14 nanometri. Se ne parlerà nella prima parte del prossimo anno, a causa di problemi di qualità dei chip. Correggere tali problemi ha richiesto più tempo del previsto ma adesso la situazione sembra esser migliorata: «riteniamo che il problema sia stato risolto perché abbiamo dati che lo dimostrano. Può accadere in fasi di sviluppo come questa. È questo il motivo per cui abbiamo spostato la data della produzione di un trimestre».

Fonte: VentureBeat • Via: PC World • Notizie su: , ,