QR code per la pagina originale

Più intelligenza per i Windows Phone del futuro

Grazie alle tecnologie di machine learning, i futuri smartphone con Windows Phone saranno in grado di vedere e ascoltare come gli esseri umani.

,

Il nuovo Vice Presidente di Microsoft Research, Peter Lee, ha le idee chiare sul futuro di Windows Phone. Il sistema operativo possiede poco più del 4% di market share, ma questa percentuale può aumentare nel tempo se l’azienda di Redmond continuerà ad investire su alcune tecnologie che permetteranno alla piattaforma di distinguersi dai concorrenti. Gli investimenti maggiori verranno effettuati nel campo del machine learning, i cui benefici si notano già adesso in alcune funzionalità.

Quando è stato avviato lo sviluppo di Windows Phone, Microsoft ha creato un gruppo di persone con diverse competenze, alcune delle quali provenienti proprio dal reparto ricerche. Il primo notevole risultato è rappresentata dalla tastiera virtuale, considerata la migliore tra quelle presenti su smartphone. La tecnologia di machine learning permette di predire il punto in cui l’utente tocca lo schermo, fornendo suggerimenti in base alle parole o all’intera frase, e correggendo automaticamente gli errori. Ma questo è solo l’inizio.

I futuri Windows Phone saranno in grado di conoscere ciò che gli utenti stanno facendo, grazie ai sensori integrati negli smartphone. L’interazione con i dispositivi sarà quindi più naturale. Altri miglioramenti sono attesi nelle funzioni di riconoscimento vocale e nella traduzione. Gli smartphone vedranno e ascolteranno in modo simile agli essere umani. La fotocamera, ad esempio, capirà cosa viene detto e cosa si sta guardando. Inquadrando un piatto, Windows Phone riconoscerà il cibo, fornirà suggerimenti sulla dieta e monitorerà la salute degli utenti.

Quando verrà completata l’acquisizione della divisione hardware di Nokia, il team di Microsoft Research crescerà di numero e verranno avviati altri progetti, uno dei quali riguarda il calcolo quantistico.