QR code per la pagina originale

Windows 8.1, l’evoluzione di SkyDrive

Microsoft ha spiegato le fasi di sviluppo che hanno portato all'integrazione di SkyDrive in Windows 8.1. Il sistema operativo sarà disponibile da domani.

,

Una delle novità di Windows 8.1 è l’integrazione di SkyDrive. Già durante la procedura di installazione viene chiesto all’utente di impostare il servizio cloud come destinazione di salvataggio predefinita per i file. Con un lungo articolo pubblicato sul blog ufficiale, Microsoft ha spiegato le origini delle app per tutte le piattaforme supportate e come l’architettura di SkyDrive è stata aggiornata per fornire la migliore esperienza d’uso possibile sul nuovo sistema operativo.

Prima di iniziare lo sviluppo dell’applicazione per Windows 8.1, Microsoft ha rilasciato le versioni per Windows Phone, Xbox, iOS, Android e Windows 8 (Modern), e un client per la sincronizzazione su Windows 8 (desktop), Windows 7, Windows Vista e Mac OS X. L’app SkyDrive comunica con il servizio usando le stesse API del sito Web, mentre il sync client è basato su un protocollo proprietario che, lavorando a basso livello, offre il supporto per le operazioni CRUD (Create, Read, Update e Delete) sui file. Ci sono però vantaggi e svantaggi nell’uso di questo approccio.

L’app permette di sfogliare il contenuto delle cartelle, conservando localmente solo alcuni oggetti, come le miniature e la struttura ad albero. Ciò riduce lo spazio su disco, ma impedisce le operazioni offline sui file e le prestazioni sono vincolate dalla velocità della rete. Al contrario, il client di sincronizzazione permette di eseguire le operazioni CRUD anche offline alla massima velocità consentita dal disco, ma tutti i file devono essere scaricati sul dispositivo. Ciò non è accettabile se lo spazio è limitato, come su smartphone e tablet.

Su Windows 8 sono disponibili sia l’app che il client, ma i due componenti non possono comunicare tra loro. Grazie alla collaborazione tra i vari team all’interno di Microsoft, SkyDrive è stato integrato in Windows 8.1 a livello di file system e offre i vantaggi di entrambe le soluzioni, mediante una nuova funzionalità denominata Smart Files. Questi file contengono solo i metadati, quindi occupano poco spazio su disco, ma consentono ugualmente di eseguire le operazioni di lettura, scrittura, modifica e cancellazione sia offline che online, utilizzando il File Explorer nell’ambiente desktop e l’app Modern. Lo screenshot seguente mostra come i file vengono copiati dal cloud in una cartella di SkyDrive sul computer, utilizzando il nuovo sync engine, che riduce l’occupazione della CPU e il consumo della batteria.

SkyDrive su Windows 8.1

SkyDrive su Windows 8.1

Il motore di sincronizzazione viene sfruttato anche dall’app Foto. L’utente può aprire e modificare le immagini conservate su SkyDrive, usando indifferentemente l’app Foto o l’app SkyDrive. Le foto vengono scaricate solo se richiesto e successivamente copiate online. Il sync client viene aggiornato automaticamente e in background su tutti i dispositivi con Windows 8.1.

Fonte: Microsoft • Notizie su: , ,