QR code per la pagina originale

Windows 8.1, i segreti di Bing Smart Search

Bing Smart Search è la nuova funzionalità di ricerca integrata in Windows 8.1 che mostra insieme i risultati offline e online di una query.

,

Dopo il rilascio di Windows 8, Microsoft ha avviato lo sviluppo di una tecnologia in grado di migliorare il modo in cui il sistema operativo visualizza i risultati delle ricerche. Il nuovo team, formato da oltre 1.000 persone, ha realizzato una della funzionalità più innovate integrate in Windows 8.1: Bing Smart Search. Utilizzando l’intelligenza di Satori, l’azienda di Redmond ha eliminato il muro che divideva la ricerca offline sul computer dalla ricerca online su Internet.

Smart Search è il risultato del lavoro effettuato da ingegneri, sviluppatori, ricercatori, designer e tester, appartenenti a diversi gruppi all’interno di Microsoft, ma anche da persone esterne all’azienda con competenze in vari settori. L’obiettivo era fornire agli utenti una nuova esperienza di ricerca, attraverso una tecnologia che unisse il meglio della “Windows search” con il meglio della “Web search”. Smart Search è il frutto di questo lavoro: l’utente può cercare un documento sul PC, un’app scaricata un mese fa, un sito web, una foto su SkyDrive, semplicemente digitando un termine nel box di ricerca.

Alla base della tecnologia c’è Satori, il knowledge engine di Bing che elabora milioni di “entità” (persone, luoghi, cose, eventi e oggetti) e comprende le relazioni tra di esse. Satori viene ora sfruttato da Smart Search mediante una feature che Microsoft chiama Search Heroes. I dati strutturati che Bing raccoglie su Internet vengono visualizzati all’interno di mini app che Windows 8.1 crea al volo. Queste informazioni sono aggiunte ai risultati locali e mostrate in forma grafica. Cercando ad esempio Daft Punk, Smart Search visualizza tutte le informazioni sul noto duo francese e consente anche la riproduzione dei brani presenti nel catalogo di Xbox Music.

Ecco come Windows 8.1 mostra i risultati di una ricerca.

Ecco come Windows 8.1 mostra i risultati di una ricerca.

Essendo basato su un servizio cloud, l’utente riceve sempre le informazioni più aggiornate, senza attendere i classici update periodici delle applicazioni. Tra qualche ora gli utenti potranno testare Bing Smart Search, dopo aver installato Windows 8.1. Chi non usa Windows 8 e vuole provare il funzionamento della “ricerca intelligente” deve solo aprire questa pagina web.

Fonte: Microsoft • Notizie su: , ,