QR code per la pagina originale

Xbox Live Compute, cloud gaming su Xbox One

Microsoft spiega la caratteristiche e i vantaggi offerti dall'infrastruttura cloud che permette agli sviluppatori di realizzare giochi di alta qualità.

,

Come sottolineato più volte nel corso degli ultimi mesi, la Xbox One sfrutterà al massimo la potenza del cloud per offrire la migliore esperienza di gioco e intrattenimento. Xbox Live Compute è il servizio che Microsoft ha progettato per consentire agli sviluppatori di usare le risorse di calcolo scalabili offerte dai datacenter dislocati in varie parti del mondo. La piattaforma di cloud computing è ovviamente basata su Windows Azure. Gli sviluppatori possono sfruttare il servizio senza nessun costo.

Sebbene la Xbox One sia un dispositivo molto potente, le risorse hardware sono comunque limitate, per cui durante lo sviluppo deve essere trovato il giusto compromesso tra dettaglio grafico e qualità dell’esperienza di gioco. Con Xbox Live Compute invece si può andare oltre i limiti fisici della console e realizzare titoli più coinvolgenti, utilizzando la potenza offerta dai server Microsoft. Grazie al cloud, ad esempio, la gestione dei mondi virtuali, il rendering delle scene, l’intelligenza artificiale, la fisica e l’illuminazione vengono spostate online. Chiaramente, il massimo livello di dettaglio si ottiene con una buona connessione a banda larga.

La funzionalità più utilizzata è sicuramente il multiplayer. Con la Xbox One sarà possibile sfidare gli altri utenti, utilizzando server dedicati sui quali verranno salvati i progressi per riprendere il gameplay dal punto in cui è stato interrotto. Gli sviluppatori hanno la libertà di scegliere Xbox Live Compute per il multiplayer. Uno dei giochi che sfrutta questa tecnologia è Titanfall. Un’altra caratteristica del cloud gaming è l’aggiornamento continuo. Gli utenti vedranno nuovi livelli, nuove mappe e nuove modalità di gioco senza installare nulla sulla console. L’applicazione pratica della feature si può trovare in Forza Motorsport 5.

Gli sviluppatori e i giocatori avranno sempre a disposizione le risorse di calcolo necessarie, in quanto il servizio è scalabile e si adatta al numero di utenti collegati. Nel caso in cui un server dovesse interrompere l’elaborazione, un altro prenderà subito il suo posto. Microsoft ha costruito un’infrastruttura cloud in grado di resistere anche ad una sessione di gioco in multiplayer con centinaia di giocatori.