QR code per la pagina originale

Remote Desktop, in futuro anche su Windows Phone

Microsoft ha promesso che l'app Remote Desktop sarà disponibile anche per Windows Phone, ma il motivo del ritardo appare piuttosto discutibile.

,

Ieri Microsoft ha rilasciato una nuova app Remote Desktop per iOS e Android, e aggiornato l’esistente app per Mac OS X. La versione per Windows 8 è invece disponibili da oltre un anno sul Windows Store. Come si può vedere manca il supporto per Windows Phone, una scelta piuttosto discutibile, visto che l’applicazione viene realizzata dall’azienda che sviluppa anche il sistema operativo mobile. Sembra quindi che Microsoft voglia avvantaggiare la concorrenza. In realtà, c’è un motivo che giustifica (in parte) questa decisione.

Remote Desktop per Android e iOS porta per la prima volta il desktop di Windows su smartphone e tablet. Grazie al protocollo RDP, l’utente può accedere in remoto al PC ed eseguire diverse operazioni come se il sistema operativo fosse installato sul dispositivo mobile. L’interazione con lo Start screen di Windows 8.1 avviene in modo ottimale, in quanto è possibile sfruttare le gesture multitouch e la tastiera virtuale onscreen che simula i tasti Windows.

Perché Microsoft non ha rilasciato anche una versione per Windows Phone? Contattata dal sito The Next Web, l’azienda ha fornito la seguente risposta:

Il desktop remoto su smartphone è uno scenario di utilizzo relativamente raro. Detto questo, stiamo lavorando su una versione dell’app per Windows Phone. Saremo in grado di condividere la data di disponibilità più avanti nel tempo.

L’affermazione del portavoce è abbastanza giustificabile: l’accesso remoto al desktop non offre la migliore esperienza d’uso su uno schermo di piccole dimensioni. In alcuni casi però potrebbe essere utile verificare, ad esempio, l’esistenza di un file o l’esecuzione di un programma, operazioni che possono essere compiute con uno smartphone (e ci sono anche i phablet con Android). L’atteggiamento di Microsoft appare quindi piuttosto strano. Perché dare un vantaggio alla concorrenza? Windows Phone ha ancora una quota di mercato piuttosto bassa, per cui dovrebbe avere l’esclusiva o quantomeno le stesse applicazioni. Si spera almeno che gli utenti non debbano aspettare troppo a lungo.