QR code per la pagina originale

Adblock Plus “personalizza” Facebook

Adblock Plus permette di modificare l'interfaccia di Facebook, eliminando i contenuti "fastidiosi" visibili nel news feed e nella barra laterale.

,

Adblock Plus è uno dei plugin più utilizzati per eliminare le inserzioni pubblicitarie dai siti web. Il tool riesce a bloccare tutti banner visualizzati su Facebook e inclusi nelle pagine, nei post e nelle storie sponsorizzate. Secondo gli sviluppatori, il social network mostra però altri contenuti fastidiosi all’interno del flusso di notizie e nella barra laterale destra. Ora Adblock Plus permette di “personalizzare” l’esperienza di navigazione, disattivando tutti questi elementi indesiderati.

L’azienda stessa ammette che questa funzionalità va oltre lo scopo del plugin, in quanto i contenuti mostrati da Facebook non sono annunci pubblicitari, ma sono visualizzati per consigliare altre attività agli utenti. In base alle informazioni ricevute dal profilo, il social network suggerisce ad esempio gli eventi in programma, pagine simili, persone che l’utente potrebbe conoscere, gruppi, le notizie più importanti e altri simili contenuti all’interno del news feed e della barra laterale.

La nuova feature consente di scegliere tre opzioni: blocca tutti i fastidi, blocca solo i fastidi nella barra laterale e blocca solo i fastidi nel flusso delle notizie. Adblock Plus può impedire la visualizzazione di 21 elementi del social network. Coloro che considerano una seccatura i continui suggerimenti di Facebook devono solo aprire la pagina facebook.adblockplus.me e cliccare sul pulsante Add corrispondente ad una delle tre opzioni. In questo modo verrà aggiornata la lista dei filtri e gli elementi fastidiosi scompariranno quando si aprire il social network con il browser.

Il funzionamento di Facebook si basa proprio sulle attività degli utenti ed è gratuito perché l’azienda di Menlo Park ottiene profitti dalla vendita degli spazi pubblicitari. La decisione di Eyeo sembra quindi abbastanza scorretta. Prima o poi l’azienda guidata da Mark Zuckerberg potrebbe attuare una strategia difensiva. Il primo passo sarà certamente la sospensione dell’account Adblock Plus, se viene accertata la violazione dei termini del servizio.