QR code per la pagina originale

Panasonic Smart Viera L65WT600

Panasonic entra nell’arena dei TV 4k con lo L65WT600, un 65” che non passa inosservato per contenuti tecnici di primissimo ordine e innovazione.

,

Quarto contendente

Mancava solo Panasonic tra i grandi nomi dell’elettronica di consumo che hanno calato le proprie carte sul banco di gioco dei TV 4k. Infatti, ora sono ben quattro i produttori che hanno in gamma televisori con risoluzione che quadruplica quella Full HD attuale, meritandosi anche l’appellativo di Ultra HD.

Panasonic arriva dopo Sony, LG e Samsung, e lo fa in grande, riuscendo anche a stupire per alcune caratteristiche esclusive. L’attesa di Panasonic, infatti, è stata meditata: semplicemente, a inizio anno si è concentrata su quello che ha costituito il canto del cigno per la tecnologia al Plasma, con il favoloso Smart Viera ZT65. L’annuncio dello Smart Viera L65WT600 è così avvenuto solo dopo che sono state rilasciate le specifiche definitive del nuovo standard di connessione e comunicazione HDMI 2.0, in grado di supportare l’enorme flusso di dati audio e video 4k, sia 2D sia 3D.

Lo Smart Viera L65WT600 con diagonale di 65” è così il primo televisore 4k di Panasonic, capace di sorprendere con una frequenza di refresh dello schermo di ben 2.000 Hz e, soprattutto, con la capacità di supportare lo standard di riproduzione a 60 fps. Questi sono solo due degli aspetti distintivi di una piattaforma per l’Ultra HD che farà parlare di sé a lungo.

Design e caratteristiche

Il design del nuovo L65WT600 riprende quello dell’ultimo TV al Plasma Panasonic. Ritroviamo quindi un’estetica “Glass & Metal”, che fa dell’eleganza minimale il suo tratto distintivo: pannello frameless e sottilissimo, base ampia ma con una struttura esile Di alluminio e in ogni caso solida.

A differenza del televisore al Plasma qui la risoluzione è chiaramente raddoppiata – 3.840×2.160 pixel – fermo restando una diagonale di 65”, con il numero di punti che diventa naturalmente il quadruplo. Lo schermo è di tipo LED IPS, supportato da un processore Hexa Core, da una frequenza di scansione con BackLight Scanning e dal Local Dimming Pro con Gamma Area Control, la particolare interpretazione Panasonic del microdimming. Tutto questo fa del Panasonic Smart Viera L65WT600 il più avanzato 4k attualmente sul mercato.

Tale primato è confermato anche dalla presenza di interfacce HDMI 2.0, come detto, e di un decoder video integrato 4k h.264, così da poter riprodurre contenuti compatibili in streaming, ammesso che si abbia una connessione a fibra ottica che supporti la banda necessaria (la nostra prova in anteprima ha però avuto problemi in tal senso).

Al momento questa è l’unica soluzione per godere della risoluzione extra assicurata dalla piattaforma 4k, grazie al canale Panasonic dedicato all’interno della propria offerta di Smart TV. Nel nostro hands.on in anteprima abbiamo verificato l’eccellente qualità dello Smart Viera L65WT600 grazie alle clip promozionali di Panasonic, in attesa di contenuti nativi fruibili anche tramite unità di memorizzazione USB 3.0, computer o unità ottiche connesse rispettivamente tramite DisplayPort 1.2a e HDMI 2.0.

Può passare inosservata, ma la certificazione THX potrebbe essere il grande punto di forza del nuovo TV 4k di Panasonic: i 60 fotogrammi al secondo rendono semplicemente spettacolare la visione di sport tradizionali (calcio, tennis, ecc,) e d’azione (partendo dallo sci alpino e finendo con i motori a due e quattro ruote): non solo si gode del dettaglio extra dell’Ultra HD, ma anche e soprattutto di una fluidità sensazionale che portano l’immersione nella scena a livelli quasi mai visti prima.

Nel cosiddetto Home Cinema, invece, il frame rate 24p è lo standard riconosciuto. I videogiocatori, poi, apprezzeranno la modalità dedicata, che abilita la bassa latenza tramite la connessione DisplayPort al computer.

Non abbiamo potuto verificarlo durante la nostra breve prova in anteprima, ma in ogni caso il Panasonic Smart Viera L65WT600 supporta il 3D attivo, con l’enorme mole di dati richiesta agevolmente gestita dal processore grafico a sei core e dalla retroilluminazione a scansione sino a 2.000 hertz.

Smart TV e interfaccia

Un numero di pixel quattro volte superiore al Full HD ha richiesto un aggiornamento dell’interfaccia utente My Home TV, forte sempre del controllo flessibile via telecomando tradizionale e touchpad con funzioni di riconoscimento vocale e facciale via Webcam integrata, capacità ereditate dall’ultima generazione di TV Full HD LED.

L’aspetto è più pulito e maggiori sono i contenuti visualizzabili in contemporanea sul grande e ultra definito pannello da 65”. Nel complesso anche la capacità Smart TV rimane pressoché immutata, fermo restando l’integrazione di menu dedicati a contenuti 4k accessibili via streaming e unità di memorizzazione esterne. L’organizzazione dei menu, però, ci è parsa ancora migliorabile, con margini di sviluppo per facilità di accesso dei contenuti e chiarezza delle informazioni visualizzate.

Ben implementato è, invece, il media player 4k, che funziona sia con le foto caricate direttamente da scheda SD sia con i video in formato h.264 (al momento l’unico supportato).

Nell’ottica della massima fedeltà nella riproduzione dei contenuti, troviamo la certificazione ISF oltre alla compatibilità con il software di calibrazione CalMAN, per il bilanciamento e la neutralità dei colori. L’app Panasonic TV Remote 2 (per Android e iOS) supporta inoltre la funzione Smart Calibration, che consente di agire con accuratezza su parametri fondamentali, come gamma dinamica, bilanciamento del bianco e saturazione del colore.

Qualità e conclusioni

Il nostro assaggio in anteprima del Panasonic Smart Viera L65WT600 ci ha permesso solo di assaporare le grandi potenzialità di questo TV 4k all’avanguardia per contenuti tecnici, aspetto in cui al momento non ha rivali su un mercato ristretto a soli altri tre contendenti (Sony, LG, Samsung).

La qualità appare eccellente, per dettaglio puro, per la sorprendente fluidità nella riproduzione, grazie alla certificazione THX 50/60p, e per l’elevata fedeltà e profondità dei colori, aspetto secondario, ma che è di grande aiuto per far sentire lo spettatore immerso in una scena ultra realistica.

In ultimo, ma non meno importante, le interfacce HDMI 2.0 e DisplayPort 1.2a si possono vedere come il lasciapassare per il futuro prossimo venturo perché garantiscono la compatibilità con tutti i dispositivi 4k che saranno immessi sul mercato, dai lettori Blu-ray alle consolle di gioco passando per i set-top box.

È ancora presto per giudicare questo Smart Viera L65WT600, anche e soprattutto per la mancanza di un vero parco contenuti 4k, ma il nuovo TV Panasonic 4k è forte di caratteristiche tecniche al momento inarrivabili per i principali contendenti. La distribuzione inizierà da fine ottobre presso canali selezionati, in futuro la famiglia 4k si espanderà verso l’alto e verso il basso in fatto di diagonale del pannello LED IPS.